Hot Chip Dj set

Over&Over Party: tutte le vibrazioni che cercavi

Elettronica di belle speranze dall'Italia, con Felix Martin degli Hot Chip come cerimoniere

Padiglioni auricolari sottoposti a vibrazioni elettroniche massicce durante l'Over&Over Party del Tunnel di martedì 5 gennaio. Il primo ad esibirsi è Enrico Boccioletti, aka Death in Plains. Giovane tuttofare che inonda il locale con un muro di suoni shoegaze che fan vibrare la birra nei bicchieri. Arrivano gli Iori's Eyes, che presentano il loro nuovo ep Matter of Time. Bei suoni elettropop, la band dimostra talento e voglia di far qualcosa che ti rimanga in testa (e ci riesce). Il synth e la voce sono i punti forti di un gruppo che porta in Italia un genere ancora poco esplorato.

Si inizia a ballare. È il turno dei Low Frequency Club: trio elettrofunk bresciano tutto groove e stile. Il basso di Giorgi mira alle gambe del pubblico, la tastiera e la voce di Yoky ti mandano la mente in loop. Bonito dispensa ritmo, sia con la batteria che con il corpo. Seguono due dj set. Il primo è di Matteo Pit, ragazzo prodigio classe 1991. A chiudere la serata ci pensa Felix Martin, drum-machiner degli Hot Chip, regalando cultura musicale e beat niente male.