Nelly libera il camaleonte che è in lei

Premiata ai Brit Awards come miglior artista femminile, eccola deliziare Milano

Rigorosamente sold out l'unica data italiana del tour di presentazione del suo terzo album Loose (uscito la scorsa estate). Nella cornice dell'Alcatraz, la serata apre con Powerless (Say What You Want) che subito scalda gli animi di un pubblico giunto da ogni parte d'Italia. Il concerto si muove su sonorità diverse.

CAMALEONTICA - Nelly Furtado si dimostra artista camaleontica, spaziando da pezzi soft pop (I'm Like a Bird del suo disco d'esordio), a tracce pop più intense (come All Good Things) con sfumature Hip-Hop e un po' "spinte" (Promiscous), R&B (No Hay Igual) e dance (Maneater). Sonorità che Nelly stessa definisce "punk-hop". Molto accattivante la cover di Crazy di Gnarls Barkley. La bella canadese da dicembre è tornata in studio per registrare un nuovo album (questa volta tutto in spagnolo), ma non perde l'occasione di un anticipazione per i suoi fan con l'inedito Stars (interamente in inglese).

BEST FEMALE ARTIST - Frequenti i cambi d'abito per una Nelly provocante, però mai eccesiva, splendido il bianco scelto per la chiusura con Maneater. 28 anni, figlia di immigrati portoghesi in Canada, per Nelly è un periodo d'oro: ai Brit Awards è stata appena incoronata migliore artista femminile internazionale.