Lombroso live al Film Festival

Power-Sensuality di un Rock stile anni '60-'70

Arrivando dal Piccolo Teatro, dove fermentano gli amanti del cinema, si viene attirati nel Fossato del Castello Sforzesco con musiche che richiamano gli anni '60 e '70...Battisti, i Formula 3, la psichedelia e le prime sperimentazioni.

Tutto questo e molto di più sono i Lombroso, Dario Ciffo (già violinista degli Afterhours) alla chitarra e voce e Agostino Nascimbeni alla batteria e voce.
E' il 21 Settembre di un 2005 atipico, per il tempo, gli avvenimenti e perchè tutti, ma proprio tutti, sembrano un po' più folli.
E' il mio compleanno e attorno a me frizza il Milano Film Festival coi suoi film, i suoi volti, le sue contaminazioni.

Il bel Dario questa sera è ancor pià sensuale, mooolto six-seventies!
E Ago, dal canto suo, è davvero powerfull.
La loro attenzione si rivolge in particolar modo alla melodia tipica della forma della canzone e la ritmica incalzante ti fa proprio venire voglia di ballare, con la minigonna ed il foulard al collo, soprattutto su "Esercizio mentale", "Il miglior tempo", "Attimo" e "Hai ragione tu". Immancabili alcune cover di Battisti.

Col naso all'insù ammiro il Castello e mi domando quali leggiadre musiche di liuti avranno udito le sue pareti, mentre ora le stanno tingendo di rock...buon rock!