La rassegna dell'età dell'oro della musica

Golden '70 ospita i più grandi gruppi della musica degli anni Settanta

A livello musicale, ma non solo, è considerata da molti l'età dell'oro. Stiamo parlando degli anni '70, decennio in cui la voglia di libertà e l'espressione artistica si elevano all'ennesima potenza. Gli echi di questo fenomeno si riscontrano anche nel terzo millenio.

EVENTO UNICO - Se ne fa portavoce lo Cheval Cafè, con una rassegna unica per tipo, che riesce a richiamare nella nostra città i principali protagonisti della discomusic di quegli anni. I nomi sono incredibilmente altisonanti. Si parte il 6 giugno con i Villagge Peolpe, conosciuti in tutto il mondo per YMCA, tutt'ora ballata in tutte le discoteche che propongono musica revival.

GLORIA GAYNOUR - La programmazione continua con un crescendo di ospitate. Il clou lo si raggiunge con la evergreen della musica per eccellenza, Gloria Gaynour, classe 1947 ma grinta da ventenne, portavoce di una delle canzoni più ascoltate e rivisitate delle storia, Can't take my eyes off you. Di lei sarà possibile apprezzarne gli acuti il 13 luglio.

BE FREAK SE CHIC - Durante le restanti serate, tutti i martedì fino a fine luglio, saliranno sul palco altrettanti gruppi storici, magari poco conosciuti per nome, ma autori di canzoni indelebili nella nostre menti. Stiamo parlando dei Santa Esmeralda, famosi per la canzone regina della colonna sonora di Kill Bill, Don't let me be misunderstood; e de Le Chic, con il più ballato dei ritornelli "Be Freek Se Chic" della canzone Le freak.

BLUES BROTHER - A chiudere la rassegna, in missione per conto di Dio, come amavano dire nel Film-Kolossal che li ha visti protagonisti, saliranno sul palco i Blues Brother. Attualmente le voci soliste sono Eddie Floyd, Rob Paparozzi e Dan Aykroyd, anche se la presenza di quest'ultimo non è sicura e limitata dai molteplici impegni.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati