Jazz in Piazza

Piazzale Accursio si trasforma nel Portello Cafè Live che ospita il meglio del jazz & blues italiano e straniero

BLUES & JAZZ FESTIVAL - La piazza si riscopre il luogo per ascoltare il jazz, per lasciarsi rapire in questi giorni di prima estate. Così piazzale Accursio, ovvero lo spazio adiacente al centro commerciale Iper-Portello, si trasforma in un luogo privilegiato per promuovere eventi culturali. Così dal 21 giugno al 1 luglio si svolge l’iniziativa "Blues & Jazz Festival". Dieci serate gratuite per ospitare dieci piccole e grandi leggende del jazz e blues italiano e straniero. Un cartellone insolito, tra l’altro all’aperto, per valorizzare nuovi spazi, creare alternative alle solite o scontate location. "Un evento musicale di assoluto livello ma anche punto di partenza per un progetto più grande e importante – spiegano i promotori della kermesse -  Il Portello Cafè Live nasce infatti come nuovo spazio aggregativo in zona Fiera, teatro di eventi culturali di sicuro valore aggiunto per la nostra città. Un’area per i milanesi e dei milanesi, aperta alle iniziative che potranno essere proposte direttamente da enti ed associazioni culturali".

IL PROGRAMMA - Il benvenuto alla stagione più calda dell’anno è affidato al chitarrista milanese Franco Cerri (21 giugno, ore 21.00), maturato artisticamente con i più grandi direttori d’orchestra italiani, da Ennio Morricone a Claudio Simonetti. Ad allietarci sarà anche il contrabbasso suadente del mantovano Paolino dalla Porta (22 giugno, ore 21.00) e la chitarra stralunata di Gigi Cifarelli (24 giugno, ore 21.00), che vanta sodalizi con artisti dal calibro di Renato Zero, Tullio De Piscopo, Mina, Daniele Silvestri e i Dirotta su Cuba. Se ci riuscite, provate a fermare l’armonista e vocalist newyorkese Sugar Blue (26 giugno, ore 21.00), che sbarca direttamente dalla Grande Mela per farci ascoltare memorabili successi, pescati anche dagli album dei turbolenti Rolling Stones. I Thrust (27 giugno, ore 21.00), capeggiati dalla prorompente tromba di Peppe Ragonese, e I Nine Below Zero (28 giugno, ore 21.00), punto d’incontro tra la grinta del R’n’B’ e l’armonia del Blues condite dall’irruenza del Punk, metteranno a confronto sonorità nostrane con quelle della swinging London. Blues, swing, country, rythm and blues e funky sbarcano nella migliore tradizione cantautoriale di Ruben Minuto (29 giugno, ore 21.00), mentre il gospel miscelato al blues sgorgano dalla corde vocali della Kay Foster Jackson Band (30 giugno, ore 21.00) e dall’armonica di Andy J. Forest (1 luglio, ore 21.00).