Concerto Zen Circus - Milano

Il Circo Zen

Dieci anni di attività per Appino e soci, festeggiati al Circolo Magnolia con le ristampe dei loro primi album

Gli Zen Circus sono una garanzia dal vivo e il 10 febbraio al Circolo Magnolia ne hanno dato un'ulteriore dimostrazione. Animali da palco, da dieci anni, i tre toscani sanno intrattenere e suonare delle canzoni come Figlio di puttana, Vent'anni e Aprirò un bar, che sono diventati dei piccoli manifesti generazionali. La vita vissuta e reale di molti raccontata con sarcasmo e con un sorriso sulle labbra come in Canzone di Natale. Un brano che si chiude con il siparietto tragicomico di Ufo e Karim (bassista e batterista della band) che improvvisano una conversazione tra tossicodipendente alla ricerca di una dose e lo spacciatore, mentre appino segna il tempo seduto sul fondo del palco con l'acustica.

Ad aprire la serata i nuovi pupilli di Appino: i perugini Fast Animals Slow Kids. Poco più che ventenni, i quattro si muovono bene sul palco. L'esordio milanese non sembra renderli nervosi, o forse lo nascondono bene dietro una patina di simpatica sbruffonaggine. Introduzioni surreali ai brani e potenza della sezione ritmica danno vita ad un rock grezzo e vitale. C'è molto su cui lavorare ma quello dei FASK è un nome da tenere a mente.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati