Diaframma, "Niente di serio" al Bloom

La band di Federico Fiumani presenta l'ultimo album ed entusiasma vecchi e nuovi fan

Sedici album di inediti in quasi trent'anni di carriera. I numeri non sono decisivi, ma nel caso dei Diaframma testimoniano una longeva e proficua attività, non solo discografica ma anche live. Il 27 gennaio Federico Fiumani, leader storico della formazione fiorentina, sale sul palco del Bloom per presentare l'ultimo album Niente di serio. Con un colpo di ciuffo si rientra nelle atmosfere new wave degli anni Ottanta, quella "musica italiana cantata in italiano" che si ispirava all'estero, ma aveva una personalità propria.

Senza forzature, la scaletta alterna vecchi e nuovi brani, da Gennaio a Carta carbone, da Blu petrolio a Grande come l'oceano, accolti dal pubblico con eguale entusiasmo. La chitarra tagliente e la voce distaccata di Fiumani raccontano di donne e uomini, personaggi "maledetti", incapaci di amare o sofferenti d'amore. La lucida descrizione, che viviseziona l'animo dei suoi protagonisti, si avvale di una musica scarna e pulsante che sa essere spietata o tenera, proprio come i testi. Fan storici e nuovi, curiosi di vedere una band di culto, tutti catturati dai versi enfatici di Madre superiora e dalle curiose motivazioni di Io sto con te ma amo un'altra. I Diaframma dimostrano di essere creature senza tempo, attuali come solo il rock sa essere.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati