Sand Café

Un’oasi in città: ecco come definire un lounge bar dove assaporare il comfort siglato dall’eleganza

Sand come sabbia e deserto. Sand come un locale dalle morbide atmosfere e dai toni caldi e avvolgenti, perfetto per ritagliarsi una parentesi rilassante. Due occhi di donna dipinti alle pareti sembrano ammirare le dune al crepuscolo e, complice, il sole infuocato del tramonto pare specchiarsi nelle loro rubiconde pupille. Questione di feeling. Questione di fascino. Un fascino che al Sand Café pervade ogni minimo dettaglio: dai tavolini che tutt’intorno fanno da corona, ai vaporosi drappeggi e ai comodi divani che trasformano la grande sala in un salotto da conversazione, ideale location anche per feste e occasioni speciali. Poi c’è lui, il protagonista: un maestoso bancone rotondo impreziosito da ondivaghi inserti di sabbie colorate e dominato dalla splendida scultura in vetro, rame e ottone dell’artista Marlò. Il titolare Silvestro Sorrentino, responsabile anche dello Small, ha voluto creare un luogo di charme dagli infiniti orizzonti e al confine con la fantasia.

Qui i cocktail li sanno fare per davvero. Con abilità barman professionisti riempiono coppe e bicchieri di allegri e coloratissimi mix. Maglietta nera e sorriso sulle labbra, sono intenti a versare e shakerare delizie al sorso. Ce ne sono di innumerevoli varianti e, oltre alle classiche, la lista ne contempla anche di innovative: le versioni leggere del Mojito quali Mojito Slim, con cetriolo, menta, lime zucchero e ginger ale, e Mojito Pomelito, a base di pompelmo, nonché Carrot Colada, summa genuina di ananas, cocco, carota e crema di latte, e Sabbia, con banana, melone, ananas, arancia e sweet & sour. Rinfrescanti analcolici che fanno da corollario a long drink, frozen e shooter. Si può ordinare un Baco, a base di vodka, lime, zucchero di canna bianco, vino rosso o bianco, un Samoa, con vodka, batida de coco, succo d’ananas e fragola un Baia Cooler, con vodka, limone, zucchero e Brachetto oppure un Colada Brazil, con rhum, cachaca, ananas, cocco e crema di latte. Liquidi capolavori che al momento dell’happy hour incontrano un saporito buffet, vera gioia per chiunque adori spizzicare prelibatezze al piattino. Cuscus alle verdure, orecchiette al sugo, sedanini alle erbe, caleidoscopci contorni, focaccine calde, polenta pasticciata, patatine duchessa e mille altre leccornie che salgono sul palcoscenico dalle 18 alle 21. Per assistere al teatro del gusto bastano 6 euro per il cocktail e lo spettacolo ha inizio, allietato, il mercoledì e la domenica, dalla musica selezionata da un dj.

Dopocena il locale si trasforma in American bar. Drink a 7,50 euro, venerdì e sabato musica con dj e relax assicurato. Se poi sorprendesse un languorino le piadine potrebbero sedare l’appetito. I loro nomi sono un omaggio al deserto. I loro sapori un regalo per il palato.
Una la novità. Prossimamente il Sand Café aprirà a pranzo. Dal lunedì al venerdì, dalle 12.30 alle 14.30, buffet a 8 euro comprensivo di mezzo litro d’acqua e caffè, mentre la domenica, dalle 11.30 alle 15.30, brunch.

In attesa della bella stagione, quando l’ampio dehors offrirà uno spazio all’aperto con tanto di sedute in vimini e bambù.