Rentring, perché i nottambuli non son più "à la page"

Rincasare presto o stare in casa fra amici e tante idee "alla moda", ecco cosa consiglia chi lancia le tendenze del lifestyle

A fine giornata siete stanchi, ma vorreste ugualmente liberarvi dai pensieri lavorativi e lanciarvi in qualche party spensierato? Se le vostre gambe proprio non ce la fanno a portarvi a zonzo per la nightlife, fate in modo che essa venga da voi. Come? Ecco qualche consiglio dai bon vivant, che forse credono di avere scoperto l'acqua calda, ma che di certo riportano in auge la moda di fare Rentring, cioè di starsene a casa con gli amici, ma guai a mettersi le ciabatte!

VIVA CENERENTOLA! - Se preferisci il calore casalingo e il buon umore che ti danno gli amici, puoi considerarti anche tu à la page. Infatti ora è più trendy essere una Cenerentola che un Dracula. Il fenomeno del Rentring nasce a Parigi e consiste nel rincasare presto o nel non uscire proprio per organizzare delle feste fra pochi intimi.

A CASA PRESTO - La moda è stata lanciata in principio opportunisticamente dalla compagnia telefonica Orange che così facendo voleva spingere le persone ad usare i prorpri servizi. Ma il successo del trend è presto arrivato e i frutti si vedono anche dal successo delle serate Seven to Eleven. Oltre al pregio di evitare antiestetiche mattutine borse sotto gli occhi, i punti forti del rentring sono sicuramente lo stare fra amici senza troppe formalità, il dare sfogo alla fantasia dalla decisione del menu ai giochi, il riscoprire il gusto di parlare con tranquillità. Lo stare in casa non viene più visto come un rifugiarsi lontani dal mondo, ma come un volere portare un pezzettino di mondo a casa, tramite Internet, film, libri e qualsiasi cosa costituisca uno spunto di divertimento o riflessione.

RENTRING STYLE - Se davvero volete essere in perfetto rentring-style, le nuove regole del ricevere in casa bandiscono tute, pigiami e ciabatte. Spazio invece alle scarpine comode, ballerine, infradito, sabot, agli abiti un po' frivoli ma non eccessivi, come i kimono o quelli all'americana. Fra le ricette prediligete quelle semplici e sfiziose da servire su piatti dal design originale e da gustare comodamente seduti a tavola, sui divani o su cuscinoni. Non possono mancare le candele, senza esagerare per evitare l'effetto chiesa. Meglio sarebbe avere una bella selezione di dischi e libri e magari dei videogame per i più tecnologici. Molto importante è non eccedere nel numero di invitati, rispettare gli orari comunicati e non andare oltre la mezzanotte. Troverete utili consigli nel Quaderno delle Feste (Luxury Books, Euro 28). E vedrete come sarete arzilli anche la mattina!

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati