Profumo divino

Settembre, tempo di vendemmia… tempo di farsi belle

Si spalma, si sparge, si spruzza e, volendo, si assapora. Il Tauleto Sangiovese è un vino versatile, capace di entrare nel bicchiere come nel vasetto e nel flacone assumendo diverse fogge e consistenze. Il merito va a Giuliana Cesari, titolare insieme al marito dell’azienda Umberto Cesari a Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna. Da lei infatti è partita l’idea di utilizzare il nettare non solo per il piacere del palato ma anche per la bellezza e il benessere del corpo, contando sul fatto che i polifenoli contenuti nel mosto siano potenti antiossidanti in grado di opporsi all’attività dei radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento. Il risultato? Una serie di prodotti innovativi, seguaci di quella filosofia di remise en forma che va sotto il nome di vinoterapia, ma con quel qualcosa in più che li rende unici e inimitabili.

WINE FRAGRANCE - E’ il primo nato della famiglia profumata. Affascinata dagli aromi e dai sentori di uno straordinario Sangiovese qual è il Tauleto, madame Cesari si è chiesta se fosse possibile trasferirne il ricco bouquet in una fragranza tutta al femminile. Detto fatto. In collaborazione con il milanese Marco Maffei, noto creatore di essenze, è stato realizzato un profumo delicato, intenso e complesso al tempo stesso, caratterizzato da note di uva, arancio e mandarino e sfumature di rosa, magnolia e violetta su sfondo di liquirizia, muschio e humus. Un regalo prestigioso, racchiuso in un’elegante confezione in legno (80 euro per i 100 ml e 52 per i 50 ml).

COCCOLE PER I PIEDI - Chiamarla linea beauty sarebbe limitativo, visto consiste in un vero e proprio trattamento benefico per le dolci estremità, ogni giorno sottoposte allo stress di correre e camminare. “L’idea è nata pensando alle atmosfere agricole ormai scomparse, come la pigiatura dell’uva, da cui i contadini uscivano con i piedi chiari, levigati nelle callosità e sfiammati nei solchi della pelle”, rivela Giuliana Cesari. “Ecco perché ho pensato a un prodotto gradevole ma semplice, di tradizione antica, che ancora non esisteva sul mercato della vinoterapia, almeno in Italia”. Il segreto sta anzitutto nei vinaccioli (i piccoli semi del chicco dell’uva) del Tauleto che, uniti ai polifenoli (antiossidanti che stimolano la produzione e la sintesi di nuovo collagene) agiscono sulla microcircolazione periferica, assicurando tonicità e leggerezza. E poi anche in un sapiente mix di erbe lenitive, rinfrescanti e antinfiammatorie  come le foglie polverizzate di lemongrass, verbena officinale e salvia, capaci di alleviare la stanchezza e combattere i disagi della sudorazione plantare.
Tutto ha inizio con la tisana per i piedi: una bustina, contenente foglie di vitis vinifera, corteccia di castagno, bacche di cipresso, salvia e verbena officinali, foglie di lemongrass, fiori di fieno, boccioli di rosa e fiori di karkadè (che conferiscono al liquido una colorazione simile al mosto del Sangiovese) da sciogliere in acqua tiepida o calda per poi adagiarvi i piedi stanchi. Si prosegue con una saponetta scrub, fresco esfoliante a base di semi e olio di vinaccioli che permette di agire in profondità con una pulizia accurata, eliminando le cellule morte, soprattutto laddove l’epidermide è più ispessita, come sui talloni.
Si continua con una crema nutriente, in cui la presenza di olio di vinaccioli, burro di karitè glicerina, pappa reale, olio di jojoba e allantoina favorisce l’idratazione anche delle pelli più aride. La crema va stesa con delicatezza dalla punta sino al metatarso, muovendo una per una tutte le dita in senso rotatorio ed estensorio. Poi, si massaggiano con un movimento vigoroso gli spazi tra le dita e la pianta del piede, per terminare con una leggera digitopressione e sfioramenti alternati, sia sopra che sotto il piede. Si conclude con l’indossare delle morbide calzine in puro cotone al fine di potenziare i benefici del trattamento. Il tutto è contenuto in un una scatola in legno naturale che tanto ricorda il mondo della cantina. Come le botti si prestano all’invecchiamento delle uve, il cofanetto nasconde prodotti pregiati a base di vino (60 euro). 

ALTRE GEMMAZIONI DI BACCO - Innumerevoli sono i prodotti nati dall’ingegno firmato Cesari. Ecco per esempio il cuscino delle coccole (45 euro). I vinaccioli del Tauleto, essiccati e imbevuti di profumo, vengono raccolti in soffici cuscini in organza di seta color malva o nelle tonalità country per essere utilizzati a scopi differenti: se posti in un ambiente profumano per circa tre mesi; se messi in congelatore diventano una boulle ghiacciata, perfetta per lenire ematomi, stiramenti e contratture, infine, se lasciati un minuto nel microonde e applicati a parti infiammate e doloranti, come collo e spalle, aiutano a combattere emicrania, reumatismi e dolori articolari. Continuando ci sono la wine body lotion (40 euro), dall’effetto antietà, rassodante e nutriente; il bagnodoccia Tauleto (19,50 euro); la crema antirughe viso da giorno (38 ero) e quella da notte ( 45 euro); lo scrub lenitivo corpo (34 euro) e l’olio da massaggio (39 euro). Più specifici per la casa sono invece la candela ballon (44 euro), dalla cera color rubino come il vino, e il decanter diffusore (56 euro), solo un po’ più piccolo di quello usato dal sommelier per le degustazione. Riempito di un’essenza profumata, rilascia la sua fragranza attraverso lunghi tralci di uva essiccati.

DOVE TROVARLI - Sono in vendita nelle migliori profumerie e concept store italiani. A Milano, presso la profumeria Moscova e High-Tech, in via Meucci 39. Info: tel. 051 941896.

DOVE PROVARLI - All’Hotel Helvetia Spa & Beauty di Porretta Terme le declinazioni spalmabili del Tauleto fanno parte in un programma anticellulite, associati a bagni di vapore, massaggi e ad un’alimentazione adeguata. Info: tel. 0534 22214.

NEL BICCHIERE
- E dopo coccole e massaggi, il Tauleto va scoperto nella sua forma simbolo per antonomasia: quella liquida, da sorseggiare in un bel calice. E’ lì che sprigiona la sua anima rubina e suadente, i suoi sentori di frutta rossa e fiori viola e il suo gusto pieno e morbido. Un vino importante, affinato per 24 mesi in carati di legno per poi maturare altri sei mesi in bottiglia prima dell’emissione sul mercato. Un nettare che ben si abbina a piatti succulenti come brasati e carni rosse.

Correlati:

www.tauletowinefragrance.com
www.helvetiabenessere.it