Kineo Café

Fascinoso, nella sua essenziale eleganza, ecco il nuovo punto di riferimento per serate all’insegna di uno charme sussurrato e misterioso

Nero, nero e null'altro che nero. Il Kineo Cafè è il locale milanese dall'intrigante e seduttiva anima black. La novella creatura dell'imprenditore Pino Scalise, già proprietario del ristorante Chatulle, gira pagina e firma uno spazio dal design minimalista e dal colore scuro. Qui i pavimenti e le pareti in marmo prezioso, le finiture in pelle capitonnè e ogni complemento d’arredo sono neri. Perché il nero è il colore del fascino, dell’eleganza e della notte. E nella notte si fonde e confonde.

Una location dall'aura magica e quasi stregata che si sviluppa su ben due livelli. Il primo, affacciato su via Piero della Francesca, proprio dirimpetto al Gattopardo, è impreziosito da un lungo bancone sovrastato da mensole luminose e affiancato da un singolare camino incastonato nel vetro, le cui fiamme baluginano silenziose. A sinistra un grande specchio fa bella mostra di sé ridondando tavoli e divani dal concept raffinato e pensati per favorire la socializzazione. Qualche gradino in su, e si apre un altro grande spazio intimo e confortevole; qualche scalino in giù, e si scopre il piano interrato arricchito da un altro camino rettangolare e un bar. Fuori, un delizioso dehors, ingentilito da piante e fiori, diviene l'oasi perfetta per le calde serate estive.

E mentre la musica di Dj Jad degli Articolo 31 pervade la location, i freschissimi cocktail entrano in scena per accompagnarsi a delicati e creativi finger food. Tanto l'happy hour va dalle 19 alle 22, e le porte del Kineo non si chiudono fino al rintocco delle 3. Testimone la luna.