Il Magenta sperimenta

Innovazione, accostamenti arditi e una buona dose di inventiva: nasce il laboratorio gastronomico per i curiosi del sapore

E’ storico, ed è il punto d’incontro milanese per antonomasia. Il Bar Magenta ha raccolto intere generazioni attorno ai suoi tavoli in legno e al mitico bancone circolare. Qui, liceali, universitari, professionisti e turisti italiani e stranieri si danno appuntamento per un drink, una chiacchiera o per discettare di arte, musica e letteratura. Ma anche per non perdere le proposte originali e di alta qualità del locale. Come lo “speciale”, un panino leggendario per equilibrio di ingredienti e aromi, magari accompagnato da una birra scelta tra l’accurata selezione di etichette in lista. Sapori e profumi unici enfatizzati da quel tocco di genialità che non guasta mai.

Ed è sull’onda della fantasia e della ricerca tra i fornelli che il bar lancia una nuova iniziativa: The Room LGS (Laboratorio Gastronomico Sperimentale). In una delle sale si avrà la possibilità di assaporare una cenetta coi fiocchi, preparata da uno staff di creativi del gusto. Tre diversi menu e dieci piatti à la carte che cambieranno ogni 15 giorni per strizzare l’occhio a nuove esperienze seguendo il flusso naturale delle stagioni.

Qualche esempio intrigante? Cannolo siciliano al foie gras con composta di mela cotogna al pepe nero, tortino di riso agli asparagi con uovo di quaglia in camicia e petto d’anatra al forno con fichi spagnoli e riduzione all’aceto balsamico. Per una serata a tu per tu con la noble cuisine. L’esperienza papillare va in scena dalle 20.00 alle 2.00 nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì, al costo indicativo di 30-35 euro, bevande escluse.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati