Gin & Gin

Tanqueray e Tanqueray N° Ten: due distillati figli dell'eccellenza

Non tutti i gin sono uguali. Nemmeno all'interno della stessa regale famiglia. Tanqueray e Tanqueray N° Ten, per esempio, sono fratelli ma non gemelli. Perché il primo è un London Dry Gin dal caratteristico gusto secco di ginepro con sfumature fresche e intriganti. Il secondo è un distillato dal cuore morbido e agrumato, vellutato e sensuale, lussuoso ed esclusivo. Un gin al top del top.

IL TANQUERAY - Il papà del Tanqueray? Si chiama Charles Tanqueray, ovviamente. Fu lui a dar vita, nel 1830, alla ricetta ancor oggi utilizzata. Gli ingredienti? Di assoluta qualità: acqua purissima, cereali selezionati ed elementi botanici di qualità. Della serie, ginepro delle colline toscane, le cui bacche vengono lasciate maturare in teli di juta fino a raggiungere un gusto dolce e amaro con richiami balsamici di pino; coriandolo, delle steppe russe, capace di donare l'aroma secco e astringente; e angelica, della tedesca Sassonia, che regala note muschiate. Trasportati e lavorati nello stabilimento di Leven in Scozia. Dove avviene anche la quadrupla distillazione, con ultimo step nell'alambicco originale in rame "Old Tom". Risultato? Un gin unico, presentato nella bottiglia che rammenta lo shaker, con tanto di sigillo rosso in ceralacca a garanzia di autenticità.

IL N° TEN - È il figlio perfetto di casa Tanqueray. Il N° Ten è il giovane gin agrumato e freschissimo, realizzato con lime, arance e pompelmi scelti con cura, tagliati a mano e poi aggiunti ai fiori di camomilla e agli altri aromi per creare un mix delicato e raffinato. Il segreto? Sta anche nel passaggio nell'alambicco n° 10, in rame a collo di cigno, chiamato "tiny 10", che, grazie alle dimensioni ridotte, permette di concentrare una notevole quantità di aromi nel liquido finale. Racchiuso nella bottiglia bella e snella, color verde smeraldo, a base ottagonale, con tappo argentato e corredo di coccarda.

I COCKTAIL - Dove trovare i preziosi gin? In alto alto, a Il Bar della Rinascente, al settimo piano con terrazza vista guglie del Duomo, ma anche ai banconi di Noon, Living, Bar Straf, Refeel, Ricci, Metropolis, Nottingham ForestCafè Trussardi, Park Hyatt Milan, The Westin Palace, Tearose Cafè e Cacao. Da provare in raffinati cocktail. Con il N° Ten: Perfect Ten, ovvero il Martini assoluto (con vermouth dry); Ten Fresh (con succo di lime e zucchero liquido), dissetante e rinfrescante; e Grapefruit Collins (con pompelmo rosa, succo di limone e zucchero liquido). Con il Tanqueray: Victorian Mojito (con succo di mela trasparente, menta, succo di lime e sciroppo di zucchero); Tanqueray Madras (con succo di mirtillo e d'arancia); e Tanqueray Rickey (con succo di lime e soda). Poi, via libera alla fantasia dei barman. Il grande dario Comini del Nottingham Forest ha ideato il Dirty Martini, con il N° Ten, salamoia di olive e decoro di tre olive nello shot.