Cuore di Cointreau

Il celebre liquore francese diviene protagonista di freschi e agrumati cocktail

Se per il secondo anno consecutivo è stato premiato come migliore liquore alla frutta fra gli oltre 700 in gara alla 2008 San Francisco World Spirit Competition, un motivo deve pur esserci. E infatti il Cointreau è un liquore francese al top della qualità, irrinunciabile ingrediente di molti cocktail. Anche di quelli talvolta considerati un po' âgé. E che ora ritornano sull'onda dei vintage drink.

ARANCIA E FRANCIA - Creata nel 1875 da Eduard Cointreau ad Angers, in Francia, la ricetta è rimasta segreta (e invariata) fino ai nostri giorni, nel suo perfetto equilibrio di scorze d'arancia dolci e amare, capaci di regalare un aroma e un gusto particolari. Un prodotto, il Cointreau, ricercato, agrumato e intrigante, custodito nell'elegante bottiglia del colore dell'ambra, squadrata alla base e dalle morbide linee che salgono verso il tappo. Per consumarlo al meglio? Liscio o con ghiaccio, anche se lui si abbandona volentieri alle magie dello shaker per dar vita a cocktail di classe. Come il Cosmopolitan (vodka, Cointreau, succo di cranberry, succo di lime e zest di arancia), il preferito dalla Carrie di Sex and the City. E non solo da lei.

ECLETTICO ELISIR - Versatile e stravagante, il Cointreau dà il massimo nei drink, soprattutto se serviti in coppetta Martini. Eccolo allora nella fucsia versione del Cointreaupolitan (con succo di cranberry e succo di limone), declinazione light e fruttata del Cosmopolitan. Ed eccolo anche nel Sidecar (con succo di limone e cognac), ora richiestissimo nei più bei locali del mondo; nel vestitino indaco del Cointreau Teese (con succo di mela, sciroppo di violetta e succo di limone); nella classica ricetta del Margarita (con tequila e succo di lime) e in quella sofisticata del White Lady (con gin e succo di limone); nonché nella lettura chic del Cointreautini (con la sola aggiunta del succo di mezzo lime). Da servire in un tumbler basso, invece, la trasparente essenzialità del Cointreau Caipirinha (con lime e ghiaccio tritato), mentre in un bicchiere da long drink finisce l'esotica delizia color vaniglia del Caribbean (con rum e succo di banana). Per sentirsi ancora in vacanza.