Aperitivo "DiVino"

Il piacere del rito milanese unito alla cultura enogastronomica

Vero e sincero, il vino non ha segreti ma solo virtù. Come quella d’esser perfetto per l’happy hour, in alternativa ai soliti cocktail e in abbinamento a bocconi sfiziosi.

POSTERIA DE AMICIS -  A proporre una raffinata degustazione in versione predinner è la Posteria De Amicis, enoteca e punto di ristoro che, a partire da questo mese, triplica l’offerta. Ordinando un aperitivo (7 Euro) vi arriveranno al tavolo ben tre bicchieri con vino rosso, rosato e bianco. Un vero e prorpio percorso enologico con tanto di abbinamento ad assaggini. Salumi e formaggi di nicchia, crostini e marmellatine che ne faranno esplodere la qualità. Per chi poi ha troppa fame e non vuol andar via da questo piccolo magico mondo, la lista delle prelibatezze è intrigante: mortadella tartufata, finocchiona, salame di Felino. Per non parlare dei formaggi: come Bra dolce o stagionato, Zola naturale, tomino e crotin tartufato, bocconcini da intenditori.

SALUMERIA DEL VINO - Anche alla Salumeria del vino (pare quasi una sinestesia il nome di questo locale dove il vino non si affetta e nemmeno il salame si sorseggia) si può andare per lo spuntino dell’aperitivo, scegliendo il prodotto direttamente dagli scaffali o sotto la saggia supervisione di Alessandro Filini, responsabile. Innumerevoli, le etichette appartengo alle migliori maison italiane (più di cinquanta vantano i tre bicchieri); questo mese si andranno poi ad aggiungere vini provenienti dall’estero. Da assaggiare con il vino ci sono salumi da degustare in abbinamenti sorprendenti: finocchiona con verdure sott’olio, petto d’oca e speck d’anatra con lenticchie, Patanegra e fichi, prosciutto di pecora con marmellata di arancia, prosciutto di cervo con marmellata di mirtilli (il prezzo varia a seconda del vino e del piatto scelti).

MACALLE' - Per un aperitivo "diVino" lasciandosi alle spalle la città, a Seregno c’è il Macallè, circa 180 le maison presenti, bianchi, rossi e spumanti provenienti da varie regioni italiane a cui si aggiungono champagne e vini dal Sud Africa e dal Cile. Qui l’aperitivo ha una doppia opzione: quattro o cinque assaggi di etichette (10-12 Euro) oppure il calice (a partire da 3 Euro). In abbinata al buffet: formaggi che variano stagionalmente (ad esempio Castelmagno, Taleggio e Primosale) da accompagnare alla marmellata di cipolle di Tropea, a quella alla mela verde e pomodori e a quella di albicocca e aceto.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati