Alla scoperta della nightlife di Via Ripamonti

Perchè non sono solo vicino al centro i migliori locali dove far serata, ascoltare nuova musica e ballare

La cosiddetta periferia si sta prendendo una bella rivincita, numerosi locali scelgono le zone più esterne di Milano per l'apertura di nuovi spazi per il divertimento. Molto spesso sono recuperi di vecchie fabbriche ormai dismesse, che garantiscono ampie location - e, si spera, grandi parcheggi. Via Ripamonti, nella zona sud della città, ne è un bell'esempio.

CENA -Lo Stacco prima si mangia e poi si balla. In un ambiente dai colori caldi, fra sedie e pedane in legno scuro, un bancone bar in pietra sarda e lampioni liberty che regalano la giusta illuminazione. Piano piano, la musica soft si fa più energica. E, dalle 23, coinvolge il pubblico nel sound: hip-hop, revival, disco-dance, per ballare anche anche sui tavoli. E poi spettacoli a sorpresa, con artisti brasiliani, drag-queen e musicisti che reinterpretano brani famosi.

MUSICA - La Salumeria della Musica, con il suo arredamento semplice, fatto di tavolini e sedie d'acciaio, e di prosciutti e caciotte appesi sopra il bancone, trasmette un'atmosfera rilassata, ideale per una serata dedicata alla scoperta di musica nuova. Tra le fiammelle dei tavolini si vede il palco, con tutti gli impianti a vista, su cui appaiono sconosciuti gruppi funk dalla Germania, voci finlandesi dalle bionde chiome, cantautori della nuova generazione. Dall'altro lato della strada il velluto rosso de La Casa 139 sembra avvolgerti e portarti in un'altra epoca, lussuosa e bohémienne, in cui poeti tormentati recitano le loro liriche malate. Sul minuscolo palco, invece, si avvicendano sperimentatori e cantautori, gruppi rock e dj set.

DISCO - La struttura dei Magazzini Generali è fatta per accogliere direttamente nel suono il visitatore. La musica si scioglie sulle pareti colpendo i corpi in movimento al centro della pista. Techno, elettronica sperimentale: si ritrova sempre il giusto retrogusto sulla lingua. Scivolare nella musica dimenticando di avere un corpo, puro e semplice divertimento per le orecchie e i piedi.