Intervista a Romeo Sabato

Il vicedirettore di Skyline ci parla delle nuove sfide del multiplex milanese

Quando si incontra Romeo Sabato, vice direttore del Multiplex Skyline, immagini di trovarti dinanzi un signore con i baffi di mezza età. Invece, resti stupefatto in quanto ti trovi a chiacchierare con una persona giovane e dinamica che per l’intervista preferisce una sala cinematografica alla classica scrivania.

Allora, Sabato, la stagione cinematografica volge alla conclusione. Soddisfatto?
”Senza ombra di dubbio. Abbiamo festeggiato già da un pezzo il nostro secondo compleanno e continuiamo a puntare sulle famiglie con diverse agevolazioni. Sì perché vogliamo che il cinema torni ad essere un momento di fruizione collettiva, un momento di incontro e di confronto, dentro e fuori il nucleo familiare”.

Molti polemizzano sui prezzi alti del biglietto. Mi sembra che voi abbiate diverse iniziate per invogliare il pubblico?
“La rassegna Ora o mai più del giovedì con i film d’autore al costo di 3,75 euro. Oppure Al cinema insieme con un film ogni lunedì al prezzo di ingresso di 2,60 euro. Ci riteniamo molto soddisfatti perché il pubblico risponde positivamente alle nostre proposte”.

E’ lecita questa provocazione. Non è affatto alto il guadagno sul prezzo del biglietto?
”E’ una cifra irrisoria se pensiamo alla percentuale che dobbiamo alle case di distribuzione. E questo non per fare polemica, ma a volte bisogna fare a cazzotti per avere film di un certo livello poiché sei costretto a noleggiare in blocco una serie di pellicole, di cui già sai che forse qualcuna non funzionerà”.

Quale sarà il futuro dei multiplex?
”Nuove tecnologie. Nel giro di pochi anni la pellicola sarà spazzata via dalla proiezione in alta definizione. Il segnale arriverà da un server centrale direttamente nel multiplex , proiettando la pellicola sul grande schermo. Sarà l’ora per abbattere i costi e persuadere anche i più pantofolai, che non rinuncerebbero mai al dvd nel salotto di casa, a tornare ad emozionarsi davanti allo schermo gigante”.

Qualche novità in programma?
”L’arrivo di una nostra mascotte. Ma più di questo non posso dire. Sarà una grande sorprese per grandi e piccini”.