Intervista a Musica Nuda

Magoni e Spinetti ci raccontano "Complici", il loro primo album di inediti

Un dialogo a due voci. Una è di Petra Magoni, l'altra è del contrabbasso di Ferruccio Spinetti. Insieme sono i Musica Nuda, progetto musicale che nasce per un caso fortuito nel 2003, quando Spinetti è ancora membro degli Avion Travel e accetta di sostituire il musicista che deve accompagnare Petra durante un live in Toscana. Da lì la pubblicazione di tre album, in cui cover di brani famosi si alternano a poche composizioni autografe o inedite. Almeno fino ad oggi. Come abbiamo scoperto chiacchierando con Petra e Ferruccio del loro ultimo disco Complici (Emi Music).

Questo è il vostro primo album di inediti. Avete deciso di dare più fiducia a voi e al vostro progetto?
Ferruccio: "Gli inediti sono una questione delicata. La canzone è un'opera d'arte,  non volevamo rischiare di realizzare un disco con due brani buoni e altri come  riempitivo, accade troppo spesso. La nostra è stata una prova di maturità, sentivamo di essere pronti".
Petra: "Eravamo alla ricerca di uno stimolo nuovo. Musica Nuda è un'esperienza che è cresciuta nel corso del tempo".

Musica Nuda nasce su un palco, come improvvisazione. Secondo voi quanto conta la chimica e la complicità per la buona riuscita di un concerto?
Petra: "Contano molto, specialmente quando sul palco si è in due. La responsabilità della riuscita è divisa a metà. Non è solo una questione di rapporto con lo strumento, è un incontro musicale e umano. Con un altro musicista o con un'altra cantante non sarebbe la stessa cosa".

In "Complici" i brani sembrano avere come fil rouge l'amore...
Ferruccio: "L'amore è uno dei temi più frequenti nella musica. Le nostre canzoni sono state scelte tra una cinquantina di proposte inedite. Abbiamo inciso solo quelle di cui ci convinceva la nostra chiave interpretativa".

"Professionalità" è una canzone che si discosta e critica un modo superficiale di essere e di fare il proprio lavoro...
Ferruccio: "Dal vivo abbiamo sempre proposto un brano comico e ironico e così anche in un cd "serio" volevamo inserire una finestra più leggera".
Petra: "Tutti gli episodi raccontati sono successi veramente, dai problemi della casa agli errori sui nostri nomi. Vedere persone che esercitano il proprio lavoro in modo non professionale è irritante".
Ferruccio: "Credo che la mancanza di professionalità si diffusa in tutti gli ambiti, anche in politica e nell'insegnamento. Il musicista è uno di quei mestieri in cui chi sbaglia paga subito".

Avete scelto una soluzione musicale essenziale. Avete qualche fonte di ispirazione?
Petra: "Non abbiamo modelli di riferimento particolari. Sicuramente come intenzioni ci avviciniamo a progetti come Tuck & Patti".
Ferruccio: "Il duo è una forma poco esplorata. Solitamente si tratta di contesti ben delineati, di standard jazz. Noi abbiamo puntato su un repertorio eclettico, dai Beatles a Il cammello e il dromedario, da Madonna al Tuca Tuca. Cerchiamo canzoni che ci piacciano e divertano, non mettiamo paletti di genere".

Con un repertorio così vasto e curioso, che tipo di pubblico trovate ai concerti?
Petra: "Ci seguono bambini e anziani, professionisti in cravatta e ragazzi alternativi. È davvero un pubblico trasversale".

Avete spesso suonato all'estero, come credete che sia la situazione italiana in merito agli spazi dedicati alla musica live?
Petra: "È l'atteggiamento verso la cultura che è diverso. La disparità si nota soprattutto dal punto di vista delle attrezzature. All'estero ogni spazio culturale, piccolo o grande, ha un impianto adeguato".
Ferruccio: "In Italia c'è il problema della disparità tra il numero dei talenti e gli spazi in cui esibirsi. Se Musica Nuda fosse nato nel 2010 non avrebbe avuto molte possibilità. C'è una mancanza di entusiasmo da parte degli organizzatori".

Ironia, grande compilicità, nonché un'ottima preparazione musicale, sono gli ingredienti di Musica Nuda. Classe ed eleganza nelle interpretazioni, anche in quelle più bizzarre, che rendono il jazz accessibile ad un pubblico variegato e affezionato.

Correlati:

www.musicanuda.com