Intervista a Katerina Logvinova

Mi piace Milano: la barlady moscovita del The Botanical Club racconta la città che sognava già da bambina

Speziata come uno dei suoi signature cocktail. Elegante come i nobili distillati che celebra nelle sue creazioni. Sorridente mentre prepara un seducente drink, la moscovita Katerina Logvinova ammalia ogni sera il nutrito pubblico del The Botanical Club, la micro-distilleria di gin dove lavora nel cuore del quartiere Isola.

Mentre chiacchiero piacevolmente con lei mi prepara un Orange Spell: un'equilibrata amalgama a base di tequila reposado, con l'aggiunta di clementine, lime e sciroppo di curcuma, ideale per aperitivo con quel suo accento aromatico e la verve solare data dai toni dell'arancio.

Il sorriso e l'eleganza di Katerina, barlady amatissima a Milano

Il sorriso e l'eleganza di Katerina, barlady amatissima a Milano

I posti del cuore?
"Osaka per gustare ottimo cibo giapponese, Cucchi per un godersi un buon caffè e una fragrante brioche, specialmente la domenica. Lacerba per vivere serate indimenticabili piene di mezcal (ndr distillato messicano ottenuto dalla pianta dell'agave)."

Le esperienze da non perdere?
"Trascorrere una serata al Sushi-B: sia nel ristorante che nel bar. Visitare le mostre fotografiche, sempre ben curate e allestite, a Palazzo della Ragione. Quella di Francesca Woodman è stata super. Entrare nella chiesa di San Bernardino alle Ossa: un'esperienza sconvolgente e inaspettata nel cuore del centro. Sorprendente anche il tour alle Distillerie Fratelli Branca in via Resegone: una bella realtà industriale e culturale meneghina."

Piazza del Duomo, uno dei luoghi più amati dalla barlady

Piazza del Duomo, uno dei luoghi più amati da Katerina

Qual è il ricordo più vivo?
"Quando 6 anni fa mi sono trovata di fronte il Duomo, uscendo dalla metro. Imponente e reale e non più solo come lo immaginavo giocando con il puzzle che ho completato in Russia quando avevo 12 anni."

Milano è...
"Una città che va capita."

Amo Milano perché...
"Forse è l'unica realtà che ti permette di passare il weekend al mare, in montagna o al lago, senza prendere una settimana di ferie. Tutto è vicino e raggiungibile in due ore di macchina."

Katerina mi colpisce perché parla poco ma ha sempre qualche spunto interessante da proporre. La saluto mentre torna a shakerare e guarnire le sue liquide creazioni, che prepara con amore e dedizione. Proprio come la immagino da piccola mentre componeva il puzzle del luogo dove sognava di vivere.

All'azione per preparare un cocktail sorprendente

All'azione per preparare un cocktail sorprendente