Intervista a Hell's Kitchen

Le camera d'aria come cuoio, le borse belle e funzionali, il riciclo è 100% chic!

Arriva il Fuori Salone e la creatività esplode, mussola o camera d'aria non hanno più divisioni: la materia, qualunque essa sia, rincorre la fantasia, suggerisce progetti, Marco Lai, porta sotto i riflettori della Milano assetata di design, l'idea per nulla freak di 100% chic recycle (www.hellskitchen.it). Le camere d'aria diventano oggetti quotidiani da indossare.

Come sei arrivato ad ipotizzare e creare oggetti con le camere d'aria?
"Ho passato 2 anni a lavorare su questo progetto, a sperimentare e plasmare le camere d'aria, materia che ho scelto di utilizzare per creare la mia nuova linea e un concetto base quale il 100% chic recycle. A ritroso ti posso dire che arrivo dalla creazione di una linea di costumi un po' posh chiamata Biarritz, prima ancora ho lavorato con marchi dell'intimo e Alessandrini. Grazie a tutto ciò ho imparato la necessità dell'organizzazione che c'è dietro. Ecco perchè per Hell's Kitchen ho studiato tutto nei minimi dettagli."

Hell's Kitchen, il nome è una scelta forte per un marchio di design..
"L'ho scelta da una novella che racconta di due cops che in un quartieraccio di New York, morendo dal caldo e con la desolazione, lo chiamarono così. Poi venne bonificato ed ora la cucina dell'inferno è Times Square, trasformando una fogna a cielo aperto in un luogo chic della grande mela. La trasformazione è la stessa per gli oggetti che faccio, le camere d'aria, da oggetti di scarico recuperati da consorzi che le smaltiscono, diventano nuove dignità. "

Infatti la tua non è febbre ecologista, ma attento processo di riciclo verso una nuova proiezione, concreta e non solo ideologica, votata all'estetica funzionale.
"La mia era una sfida a far sì che un materiale di scarto con potenzialità funzionali potesse essere recuperato al meglio, rendendolo malleabile come il cuoio, aiutando a vivere meglio. Il processo di 100% chic recycle è completo, potenziando la distribuzione attraverso mezzi di trasporto ad idrogeno. Il che incide sul prezzo. In Italia la cultura del riciclo è acerba, non in tutti è radicata la raccolta differenziata. E sono basi necessarie."

Quali sono gli step fatti nella cucina del diavolo per creare una collezione di borse, caschi e sedie nati da materiali di riciclo?
"Le camere d'aria hanno un milione di circonferenze e spessori, la prima cosa è prenderne una, tagliarla in grandi pezzi, mandarla in lavanderia dove viene usato il sapone ecologico, viene mandata in tranceria, poi a seconda del modello viene forata e colorata, vengono aggiunte le cinture di sicurezza come cinghie e la fodera fatta con t-shirt vintage USA. Alcuni passaggi sono stati ostici, come il colore che non restava, poi vedendo il colore sui campi da calcio ho rubato l'idea."

Il tuo è un work in progress che pesca fra vintage, design ed ecologia per amore del viver bene.
"Infatti l'altro motto è Abuse with caution, perchè la lavorazione rende la materia grezza un prodotto finito che può diventare anche delicato. L'utilizzare anche tessuti vintage è un debito che tutta la moda ha con il passato, saccheggiando fra jeans e abbigliamento da worker."