Intervista a Dj Ravin

Magico divulgatore della musica dai suoni oceanici, il Dj indiano del Buddha Bar ci racconta di sè

Una sorta di magico divulgatore della musica, che inonda i suoi suoni di ritmi acquatici, fiori e candele. Per Dj Ravin la vita è musica e la sua è una ricerca che porta avanti con curiosità e passione. Originario dell'Oceano Indiano, delle Isole Mauritius, è cresciuto nella tradizione Hidu e si è trasferito in Francia da ragazzino, dove, a Parigi, iniziò a lavorare in un negozio di dischi. Il suo interesse per la musica dance e per la club culture l'ha così portato ad essere uno dei nomi di maggior rilievo nel settore, dando vita anche alla famosa compilation Buddha Bar.

Ravin, cos'è la musica per te?
"E' un modo per esprimersi, una storia che nasce per condividere la nostra vita. Nei momenti belli e in quelli negativi."

Raccontaci come hai realizzato le tue compilation chill out più recenti, Buddha Bar IX e Huvafen Fushi.
"Buddha Bar IX è un viaggio all'interno di un universo di suoni etnici con canzoni tutte nuove e un flusso musicale anch'esso originale. Invece Huvafen Fushi è una cosa molto diversa. Il progetto è dedicato all'omonimo luxury resort delle Maldive, i suoni sono sognanti e balearici... quello che ci vuole per farti sognare. Anche perchè c'è un mix "aquatico" perfetto anche per essere ascoltato a casa propria."

Ricordi il primo disco che comprasti e il primo che "suonasti"?
"Certo, Could You Be Loved di Bob Marley e tutto il primo album dei Police."

Cosa ti dà il tuo "mestiere"?
"La possibilità di fare il dj me l'ha data solo la passione per la musica, visto che a scuola andavo male. E farlo mi piace da impazzire. Soprattutto il far ballare la gente, visto che invece io in prima persona non sono un gran ballerino."

Lo scopo e il messaggio che vuoi lanciare coi tuoi Cd?
"Quando faccio i miei dj set, la mia musica deve diventare tutt'uno con la gente, rallegrarla per quello che è possibile. Invece una compilation dev'essere un bel bouquet musicale, con un sacco di passione, in uno stile unico e particolare. La mia sfida è ascoltare nuove tracce e trasformarmi in una sorta di magico divulgatore."

Cosa c'è nell'Oceano della tua musica?
"Fiori, fiori su una laguna blu e sexy. E tante candele..."

Ci parli in breve del tuo iter professionale.? Cosa non rifaresti e cosa sei felice d'aver fatto?
"Ho suonato un sacco di tempo per tanti amanti della musica, ecco tutto. E non suonerei ancora per gente che fa continuamente richieste musicali durante una festa."

Consigli per i giovani Dj?
"Aprite la vostra mente riguardo alla musica e al buon gusto."

Dove possiamo ascoltarti in Italia?
"Tutte le date le trovate sul mio sito. Ma intanto vi anticipo che suonerò presto al Pascià di Riccione, al Mavè vicino a Brindisi e pure a Roma. Mi piace suonare in Italia perchè le persone che vengono a sentirmi sono fantastiche."

E come consideri l'uso di Internet per il tuo lavoro?
"E' fantastico, con la rete la gente resta connessa anche quando si trova agli antipodi del mondo e anch'io nei miei continui viaggi lo utilizzo molto."

Correlati:

www.djravin.com