Dj Dave

Intervista a Deejay Dave

Alla ricerca continua di idee e vinili, mentre la nightlife spesso è solo apparenza...

Quattro chiacchiere con Davide Monteverdi, cremonese doc, 38 anni, in arte Deejay Dave, in omaggio al personaggio "super sfigato" del serial di culto "My name is Earl". Lo si ammira come resident all'Atomic bar e al Mono. Ci racconta un po' la sua storia a suon di vinili...

Che dj sei?
"Non voglio essere un dj parruccato, preoccupato solo del suo look. Io faccio tantissime serate l'anno, sono sempre in giro, in continuo aggiornamento e mutazione. Vago per mercatini e ricerco sempre vinili introvabili. Vivo la strada e da lì traggo ispirazione."

Come hai iniziato?
"Per più di 10 anni sono stato promoter di locali e disco, a Brescia, Piacenza e Parma. Colleziono da tempo immemore vinili, sopratutto di elettronica colta e rock e a 28 anni ho iniziato con l'attività di dj: si trattava di serate fra amici con miscellame di rock '50, elettronica, poi ho creato una crew, Club Lingerie: dj, grafici, designer, fotografi alla base di tante one-night."

Un tuo giudizio sulla nightlife milanese?
"Purtroppo a Milano sempre meno persone sanno mettere i dischi, spesso la moda offusca l'offerta e la ricerca musicale. La gente inizia ad accorgersene... Bisogna puntare sullo spirito e sulle idee. Il giovedì sera dell'Atomic barRock in a Box, è forse l'unica vera serata di rock indipendente a Milano. Amo molto anche il Mono, fa sempre serate molto stilose."

Com'è la tua serata ideale?
"Rispecchia l'idea punk da festa di liceo: la gente si deve divertire, in modo molto tranquillo, senza pensare necessariamente a come vestirsi... e ci deve essere sempre un filo logico nella musica proposta."

I tuoi dj preferiti?
"John Peel, il dj più premiato al mondo, che ha anche diretto la Bbc One, e Francois Kevorkian."

Il tuo rapporto con Internet? 
"Per la performance conta pochissimo, visto e considerato che metto tutti i dischi a mano. Per esprimersi conta moltissimo: contatti, promozioni a costo zero, myspace è molto professionale, facebook è l'occasione giusta per socializzare col mondo intero!" 

Correlati:

www.myspace.com/theclublingerie
www.myspace.com/davedeejay