Intervista A Dari.

Continua La Storia Fra Dari E Vale: Esce Il Nuovo Singolo "wale (buon Natale)", Versione Natalizia Del Brano Più Chiacchierato Dell’anno

Di Fabiola Badami
pubblicato lunedì 22 dicembre 2008

Fenomeno musicale esploso sul web, più di 14.000 gli add sul loro MySpace e 15.000 i commenti, dopo l'album Sottovuoto generazionale, preceduto dal tormentone Wale (tanto wale), per Natale i dARI (Fab, Dari, Cadio e Daniel) tornano sulla Rete lanciando Wale (Buon Natale), scaricabile dal sito dada.net.

Ragazzi, ma se non ci fosse stato internet, dove sarebbero adesso i dARI?
Fab: "Sarebbe andata sicuramente in maniera diversa. È una fonte di promozione fondamnetale, che ci ha concesso tanta popolarità. È bello potersi relazionare con i propri utenti. Prima un fan aveva veramente pochissime chance di entrare in contatto con il proprio artista o cantante preferito."

Voi che genere di musica seguite?
Cadio: "Abbiamo gusti molto eterogenei. Io, per esempio, apprezzo molto L'Aura e Caparezza. E poi Alberto Camerini: collaborare con lui è stata una grande esperienza. Un gruppo che apprezziamo tutti sono Depeche Mode."

Nel corso di questi mesi vi sono state attribuite diverse etichette, ma voi come vi definite?
Dari: "Un band di emotronika. Intendendo per questo una fusione fra beat elettronico e le emozioni della musica d'autore."

Daniel, sei l'unico dal look meno eccentrico: niente trucco, capelli non colorati, abbigliamento sobrio...
"La band funziona proprio perché ognuno è stesso. Quando mi sono unito a Dari, Fab e Cadio loro usavano già questo stile. E poi in realtà io sono il capellone anni '70 del gruppo!"

Ci raccontate qualcosa del nuovo singolo?
Dari: "È il sequel della prima storia con Wale, collocata adesso durante il periodo di Natale. Io le chiedo sempre di uscire per la Vigilia ma niente... forse si concederà a Capodanno. Quanto alla musica, sarà sempre fedele al nostro stile con quale inserto natalizio."

E se vi dico "canzoni di Natale", quale vi viene in mente?
Cadio: "Blowin' in the wind di Bob Dylan."
Fabio: "Sinceramente nulla, forse Jingle Bells"
Daniel: "Don't Shoot Me Santa di The Killers, una band che seguo particolarmente."
Dari: "Sinceramente? Mi viene in mente il jingle dello spot Bauli. Forse perché mi piace tanto il pandoro!"

Niente John Lennon o Bob Geldof?
"No, fondamentalmente non ascoltavamo canzoni del genere."
,
Molto spesso siete a Milano, che rapporto avete con la città?
"È qui che ha sede la nostra casa discografica. Veniamo spesso per lavoro. È immensa, Aosta a paragone è un suo quartiere! Ci piace andare da H&M, alla sede di TRL in Piazza Duomo. Pasti veloci al fast food, ma ci piacerebbe tantissimo provare il Blue Note ed andare al Sottomarino Giallo."

Progetti per il futuro?
"Al momento siamo impegnati con il tour. Fra le tante, due date importanti, cioè Capodanno nella nostra città, con un concerto in Piazza Chanoux ad Aosta e poi il concerto di chiusura tour al Teatro Colosseo di Torino."

Testata Giornalistica Online
Registrazione al Tribunale di Milano n. 414 del 20/12/2013
Direttore Responsabile Elisabetta Canoro
Copyright 2014 Milanodabere Srl | CF/P.IVA 08239100962