A tutto teatro

I sipari milanesi si rialzano. Riflettori puntati su i classici della letteratura russa

Con l'estate agli sgoccioli non resta che prepararsi alla prossima stagione. Nessun cambio d'armadio, tuttavia, è richiesto con urgenza. Ma solo tanta voglia, dopo un periodo frenetico e pieno di attività all'aperto, di partecipare stando comodamente seduti. Dove? Nei teatri che riaprono i battenti con un ventaglio di proposte per tutti i gusti.

VENTO STRANIERO - Il 2011 è l'anno della cultura e della lingua russa in Italia. Una grande opportunità per conoscere i personaggi del romanzo russo e per scoprire i percorsi innovativi che il panorama teatrale moscovita ha intrapreso negli ultimi anni. Al Teatro Franco Parenti protagonisti della rassegna Dentro L'anima Russa, tra gli altri, Dostoievskij con l'Idiota per la regia del lituano Eimuntas Nekrosius (21-23 ottobre), Lev Tolstoj con Anna Karenina - Prove di infelicità, diretto da Giuseppe Bertolucci e Tatiana Tolstaja con Sonja diretto da Alvis Hermanis (30 settembre - 2 ottobre). A inaugurare il festival San Pietroburgo a Milano, è la fiaba di Carlo Gozzi Pro Turandot secondo Andreij Mogucij, che trasforma la storia della principessa sanguinaria in una favola moderna (al Teatro Studio Expo, 10-11 ottobre). Lev Dodin presenta, invece, due capolavori di Antòn Checov Tre Sorelle (al Teatro Studio Expo 20-22 ottobre) e Zio Vanja (Teatro Grassi, 28-30 ottobre).

PRIMIZIE DI STAGIONE - Inedita è la proposta di un gruppo di acrobati circensi con Circus Klezmer (Teatro Franco Parenti, 11-16 ottobre): uno spettacolo per chi vuole vedere come vola la ballerina di Chagall o per chi vuole rischiare di trovarsi legato sul palco. E ancora, Elio Germano sfida la scena con un raffinato gioco di prestigio teatrale in Thom Pain di Will Eno (al Teatro Franco Parenti, 16-21 gennaio). Al Piccolo torna Franca Valeri con Non tutto è risolto (27 settembre - 9 ottobre), mentre Luca Ronconi mette in scena la commedia La Modestia di Rafael Spregelburd (10 gennaio - 5 febbraio). Gli irriverenti musicisti showman orchestrati da Ara Malikian sorprendono con Pagagnini ( al Teatro Strehler, 27 dicembre - 8 gennaio). All'Elfo Puccini Moni Ovadia porta il Cabaret Yiddish e Leo Muscato dirige Tutto su mia madre, di Samuel Adamson (21 febbraio - 4 marzo). La stagione scaligera si inaugura con il Don Giovanni di Mozart (dal 4 dicembre al 14 gennaio) mentre al Teatro Nazionale arriva il musical Sister Act (27 ottobre - 11 novembre).

IL TEATRO DEI PICCOLI - Interessante è il cartellone dedicato ai bambini e ai ragazzi. Gnam gnam, grunf grunf, slap slap, tic tic. Cibo sensibile di Antonio Catalano è un osservatorio teatrale astronomico per scrutare i pianeti del cibo. (Teatro Studio 10-27 novembre). Flavio Albanese conduce i piccoli spettatori in un viaggio nell'Odissea con Canto la storia dell'astuto Ulisse ( Teatro Studio 4-22 gennaio). Poetiche acrobazie danzano con Klinke, performance di noveau cirque e clownerie prodotta da Milo e Olivia (Teatro del Buratto 16 ottobre).

IL TEATRO FUORI - Cabaret, gag esilaranti e musica live animano, ogni sera, il ristoteatro Osteria Bel Sit. Il tutto gustando specialità lombarde e meneghine. Poca voglia di uscire? Il teatro si sposta nel salotto di casa con Carlo Della Santa. Basta mettere a disposizione un piccolo spazio e degli spettatori. Si può scegliere tra cabaret, per trascorrere una serata allegra in compagnia di amici, o poesie, magari per una ricorrenza speciale.