Pasqua e Pasquetta in agriturismo

Menu a tema e grigliate nelle cascine milanesi e dintorni

Pasqua e Pasquetta sono sinonimo di succulenti pranzi, dove è la carne a fare da padrone, e ludiche grigliate a cielo aperto. C'è chi resta in città e chi coglie invece l'occasione per trascorrere una spensierata giornata in agriturismo, tra aria pulita e sonnellini sotto gli alberi. Ecco alcune proposte tra il Milanese il Brianzolo. I must delle tavole? Salumi locali, risotti, manzo e agnello alla griglia.

La Fattoria di Pozzo D'Adda, dedita all'allevamento di manzi, suini, galline e polli ruspanti, per il pranzo di Pasqua propone raviolacci ai carciofi e pancetta, risotto alla pasta di salame, e tagliata di manzo alla griglia (Euro 50 a persona). A Pasquetta, arrivano in tavola salumi nostrani, paccheri al ragù di manzo, risotto agli asparagi di Mezzago, e ancora una volta la tagliata di manzo (Euro 38, vini inclusi).

Cascina Gallina, a Busnago, specializzata in cucina tipica lombarda, sia a Pasqua sia a Pasquetta delizia con l'erbolata di primavera, antica ricetta del '400, ovvero una torta salata farcita con le prime erbe primaverili quali spinaci e tarassaco. E ancora, salame e prosciutto cotto locale, risotto agli asparagi, crespelle spinaci e ricotta, agnello al forno, arrosto di lonza. Il tutto a 30 Euro escluse bevande.

La Camilla, incantevole agriturismo a Concorezzo, tra i piatti di Pasqua propone lo strüdel di agnello con verdure dell'orto; il tagliere di culatello Brianza, salame e coppa con panelle rustiche; il risotto agli asparagi, limone e pancetta croccante; il fagottino di crespella al radicchio, Barbera e provola; e il carrè di vitello con salsa alla senape e timo. Il pranzo costa 65 Euro bevande incluse e viene riproposto anche per Pasquetta, ma con qualche piatto in meno, al prezzo di 50 Euro.

Tra le bontà della Pasqua alla Latteria Agricola di Lainate, ci sono la ricottina dorata di produzione locale su crema di asparagi e speck croccante; il carnaroli delle risaie di San Giuliano Milanese con zucchine in fiore, pistilli di zafferano e battuto d'agnello al timo; e il fagottino con cremino e pistacchi su passata di cipollotto. E ancora filetto di vitello in crosta di patate, capretto della fattoria e caponata di verdure fresche. Per dolce? Sorbetto al lampone e gelato ai 3 "fiordilatte" (Euro 45, bevande escluse). A Paquetta si gustano invece i ravioli di pasta fresca ripieni di ricotta, il capretto al forno, la tagliata e la costata di vitellone (Euro 35, bevande escluse).

Alla Cascina Madonnina, a Pregnana Milanese, il menu di Pasqua è a base di oca e anatra: salumi, tagliolini al ragù e tagliata, ai quali si aggiungono taglieri di formaggi tipici come lo Strachitunt con marmellata di pomodoro. Per dolce, pastiera di grano e ricotta e colomba. Costa 49 Euro vini inclusi. La chicca: cascina Madonnina è dotata di hammam, per usarlo prenotare anticipatamente.