OroRosso, il Festival del Pomodoro

Nelle piazze di Piacenza, una tre giorni per celebrare sua maestà il pomodoro. Tra pizze, bruschette e Bloody Mary

Paese di poeti, santi, marinai e... pomodori. Sì, accanto ad avventure di grandi navigatori, agiografie e liriche senza tempo, l’Italia vanta un’altra storia da raccontare. Quella che profuma di campi e di raccolte estive, di conserve e di sughi, di passate e di polpe.

Forse non tutti sanno che l’italico Stivaletto è il maggior produttore di pomodoro in Europa e un grande apporto arriva dal distretto del Nord, che vede impegnate in prima linea le province di Piacenza, Parma, Cremona, Mantova, Ferrara, Lodi, Alessandria e Pavia con ben 2,6 milioni di tonnellate l’anno di materia prima.

Proprio a due passi da Milano, oltre il 50% del pomodoro italiano viene prodotto e lavorato, contribuendo ad alimentare non solo i palati più golosi, ma un intero sistema che coinvolge circa 50 imprese in una filiera che, dalla terra al barattolo, porta il colore della passione nel piatto.

Accende i riflettori su questo importante dato OroRosso, il Festival del Pomodoro che per la prima volta animerà, dal 2 al 4 ottobre, le strade e le piazze di Piacenza. Città che si posiziona come capitale del pomodoro del Nord, seconda in Italia per la produzione del frutto carminio solo a Foggia.

E così, pizza, pasta, bruschette e Bloody Mary diventano i protagonisti di una tre giorni all'insegna dell'eccellenza Made in Italy, promossa da Comune e Camera di Commercio di Piacenza e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano.

OroRosso, il Festival del pomodoro del Nord è a Piacenza dal 2 al 4 ottobre

OroRosso, il Festival del pomodoro del Nord è a Piacenza dal 2 al 4 ottobre

ororosso, il pomodoro in tutte le salse

Un weekend goloso per celebrare il primato italiano e il successo del pomodoro del Nord. Una vera festa che coinvolgerà le vie di Piacenza, tra degustazioni guidate, assaggi, showcooking, ma anche mostre, artisti di strada e personaggi dello spettacolo.

Per l'occasione, le piazze cittadine cambieranno nome, ribattezzate in Piazza della Pizza, Piazza della Pasta e Piazza della Bruschetta, ognuna dedicata a una specialità diversa. Perché accanto al pomodoro, ça va sans dire, ci sono i suoi derivati.

Et voilà, la Disfida della pizza, un vero e proprio match a colpi di lievitati, declinati in pizza napoletana (tradizionale, con bordi alti), pizza italiana (con ingredienti del territorio) e pizza americana (la versione moderna e "strong", con abbinamenti arditi), con tanto di pizzaioli pronti a interpretare le diverse scuole di pensiero e una giuria popolare che decreterà il vincitore.

E poi? Spazio alla tipica bruschetta mediterranea, coniugata in tante variazioni sul tema, e allo street food, con specialità da passeggio a base di pomodoro. Oltre alle interpretazioni degli chef stellati, alle prese con raffinate preparazioni in una speciale cucina allestita in piazza Cavalli. Carla Aradelli (Ristorante Riva) a Filippo Chiappini Dattilo (Antica Osteria del Teatro) mostreranno le potenzialità dei pomi rossi in piatti realizzati ad hoc, mentre la nutrizionista Mara Negrati e l’oncologo Luigi Cavanna ne ricorderanno le virtù per la salute.

In programma anche un convegno scientifico sui benefici del polposo frutto e un divertente talk show sulle sue proprietà nutritive e il suo ruolo nella dieta mediterranea. Un dibattito sotto forma di processo, con tanto di accusa e difesa.

Il pomodoro in tutte le salse è protagonista, tra pizze, bruschette e specialità in red

Il pomodoro in tutte le salse è protagonista, tra pizze, bruschette e specialità in red

piacenza si accende di rosso passione

OroRosso significa anche il coinvolgimento a 360 gradi della città di Piacenza, che per l'occasione si trasforma in un'affascinante woman in red. Per la tre giorni di festa sono state pensate diverse iniziative che tingeranno del colore della passione l'intero centro storico. A partire dalle vetrine dei negozi, che ricorderanno tutta la poesia che ruota attorno al pomodoro, allestite ad hoc con citazioni di brani musicali, versi, film e racconti.

Non manca la proposta dei ristoranti aderenti alla manifestazione, che inseriranno in menu un piatto speciale "in rosso" appositamente ideato per la kermesse, che declinerà il pomodoro in maniera originale. E mentre un’infiorata di 80 metri quadrati riprodurrà un enorme pomodoro, un'Italia in miniatura segnalerà tutte le principali aree produttive del Bel Paese consacrate al gustoso frutto. Il tutto condito con iniziative per i più piccoli, marching band, artisti di strada, cortei e sbandieratori.

Come raggiungere Piacenza da Milano? Con il treno del pomodoro, naturalmente. Un veicolo speciale, accompagnato dal fischio della "Signorina", una storica locomotiva a vapore costruita a Berlino nel 1922. Un esemplare unico messo a disposizione dalle Ferrovie Turistiche Italiane su cui sarà possibile viaggiare con biglietto speciale di andata e ritorno. La passione rossa ha un sapore rétro e viaggia in carrozza.

In occasione di OroRosso, le strade e le piazze di Piacenza si colorano di rosso passione

In occasione di OroRosso, le strade e le piazze di Piacenza si colorano di rosso passione

Correlati:

www.ororosso.net/