Lido84

Estate sul Lago di Garda nel segno della sperimentazione e dell'improvvisazione, fra arte e cucina

A Gardone Riviera si sperimenta con stile. Accade così che lo chef stellato Riccardo Camanini del Lido84 si trasferisca in una location top secret per uno scambio di ruoli ad alto tasso gourmet.

Selezionato tra i 37 migliori cuochi del mondo provenienti da 17 Paesi, è uno dei cinque italiani che hanno partecipato al programma del collettivo culinario The Grand Gelinaz! Shuffle, voluto e ideato da Andrea Petrini.

Della serie: partenza per una destinazione segreta, sostituzione di identità, nuovo ristorante da gestire e tanta improvvisazione in cucina.

Ma le sorprese sul Lago di Garda non sono finite. Sì, perché chef Riccardo, assieme al fratello Giancarlo, dal 15 luglio ha deciso di adottare lo stile della sperimentazione e dell'improvvisazione anche nella sua oasi gastronomica.

Il leitmotiv dell'estate 2015 al Lido84? È l'arte contemporanea. E così, grazie alla collaborazione con la critica Anna Lisa Ghirardi, nasce to meet, un progetto sensoriale capace di trasportare l'ospite in una dimensione inedita, dove arte e cibo si fondono in un unico stimolo.

La suggestiva atmosfera lacustre del Lido84

La suggestiva atmosfera lacustre del Lido84

al lido84 tra arte, cucina e sperimentazione

L'esperienza gastronomica, dunque, si trasforma in un emozionante viaggio creativo nei sensi, per immaginare, riflettere e desiderare il cibo, mentre si ammira e si interpreta l'arte.

A partire da HELP, mostra personale dell'artista Stefano Bombardieri, che lo chef Riccardo Camanini omaggia con un piatto ideato ad hoc per il menu della serata inaugurale del 15 luglio.

Una creazione gourmet che evoca il desiderio di sperimentare e di approfondire il rapporto tra arte e cucina, grazie all'utilizzo di ingredienti apparentemente lontani tra loro quali riso, carbone, aglio nero fermentato e mirtilli: un contrasto di colori e consistenze per accendere il guizzo delle idee.

La mostra, in programma fino a settembre 2015, è un percorso dedicato a temi di valore universale come il tempo e la sua percezione, l’esperienza del dolore nella cultura occidentale, l’uomo e il senso dell’esistenza.

Nella cucina dello stellato Riccardo Camanini, la gastronomia incontra l'arte

Nella cucina dello stellato Riccardo Camanini, la gastronomia incontra l'arte

Help, suggestioni lacustri e riflessioni

Un invito alla riflessione, che passa attraverso opere come Natura morta viva, una fotografia estrapolata da un ciclo di lavori dell’artista nati dalla conversazione virtuale con il pittore del '700 Jean-Baptiste-Siméon Chardin, dove il cibo è l'elemento vitale che si contrappone alla morte.

E attraverso installazioni quali Involucri nel nulla, dove la mitica Olivetti Lexikon 80, racchiusa in un guscio di vetroresina, diventa l'emblema del pensiero e della creatività, per indagare sulla comunicazione oltre l'esistenza.

Un'opera che si trasforma in uno strumento di interazione per gli ospiti, che possono lasciare un messaggio, rigorosamente battuto a macchina.

Un vero e proprio itinerario artistico-gastronomico da scoprire nella raffinata location affacciata sul Lago di Garda, tra eleganti atmosfere e suggestioni lacustri pieds dans l'eau.

L'opera

L'opera "Involucri nel nulla" di Stefano Bombardieri, nell'ambito della mostra HELP