La via dei terrazzamenti

Passeggiata tra campagna e villaggi medievali da Chiuro a Berbenno

Si attraversano meleti, vigneti, castagneti e antichi borghi. È l'affascinate percorso de La Via dei Terrazzamenti, nuovo percorso escursionistico da poco inaugurato in Valtellina. Una passeggiata lunga 44 chilometri, che collega Chiuro a Berbenno passando anche per Sondrio, e che nel 2014 arriverà fino a 80 chilometri, tracciando un cammino da Tirano a Morbegno. Un'attività ideale per gli appassionati del trekking, per i backpacker e gli amanti del turismo slow. Sì, perché è una via che merita di essere assaporata lentamente, prendendosi tutto il tempo che occorre, gustando il silenzio della natura e sentendo il rumore dei propri passi.

Più di cento gli edifici storici che si scorgono lungo il tragitto, fra cui il suggestivo Castel Grumello, bene tutelato dal FAI, che domina la valle dal silente villaggio Montagna in Valtellina, e le innumerevoli chiese, tanto che un detto locale rammenta che da qualsiasi punto di osservazione se ne possono scorgere almeno cinque. E poi ci sono loro, i terrazzamenti, che danno il nome alla via, simbolo di fatica, duro lavoro e rispetto della terra. Protagonisti di un incantevole film documentario diretto da Ermanno Olmo, Rupi del Vino, accompagnano l'escursionista lungo tutta la passeggiata, alla scoperta dell'area vitata più estesa d'Europa e delle cinque strade del vino (Maroggia, Sassella, Grumello, Inferno e Valgella). Succede così che proprio lungo il percorso si passi davanti ad alcune cantine situate dentro i centri abitati, come la centenaria Nino Negri, nel cuore storico di Chiuro, e l'azienda agricola Alberto Marsetti, nascosta fra le vie acciottolate del quartiere Scarpatetti, antico rione rurale di Sondrio.

Nell'ottica di un turismo slow ed ecofriendly, è possibile raggiungere la Valtellina in Treno, da Milano a Sondrio. Da qui partono e arrivano i collegamenti da e per Chiuro e Berbenno.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.distrettoculturalevaltellina.it/
www.valtellina.it/