L'itinerario dell'ecomuseo

Villa Castelbarco e Villaggio Crespi: nobiltà e imprenditoria ottocentesca sul Naviglio della Martesana

È una meravigliosa giornata di sole. Seduti a bordo della fontana di piazza del Cannone, attendiamo al fresco il bus che da Milano ci porterà a Trezzo sull'Adda, per partecipare all'Itinerario dell'ecomuseo. Il tour è sostenuto da Navigli Lombardi Scarl, per promuovere i territori adiacenti al Naviglio della Martesana.

LA MARTESANA E VILLA CASTELBARCO – Giunti a Trezzo sull'Adda, scendiamo a Concesa, piccola frazione dove nasce il Naviglio della Martesana e che affianca il fiume Adda. È da qui che saliamo in barca per una breve navigazione, fino a raggiungere l'ingresso sull'acqua di Villa Castelbarco. Maestosa dimora immersa nel verde è resa nobile delizia nel XVIII secolo, per mano del Conte Giuseppe Simonetta e del pronipote Giuseppe Castelbarco. Da vedere: i padiglioni gemelli, teatro l'uno, ex pinacoteca l'altro; la chiesetta barocca di San Carpoforo; le grotte artificiali e i mosaici sulle pareti e i pavimenti delle stanze sotterranee.

VILLAGGIO CRESPI – Se al mattino la visita è in territorio milanese, al pomeriggio si passeggia nel bergamasco, in mountain bike oppure in carrozza, per le crepuscolari vie di Capriate San Gervasio. È qui che nell'Ottocento Cristoforo Crespi fondò il villaggio operaio Crespi d'Adda, introducendo i più moderni sistemi di filatura dell'epoca. Dal 1995, il sito è entrato a far parte della Lista del Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. La fabbrica non è più operativa, ma le abitazioni sono tuttora utilizzate. Particolarmente suggestivo è il mausoleo del Villaggio, così misterioso e altero tanto da essere stato scelto dal regista Dario Argento per i suoi film.

INFO - Le gite della linea 4 "Itinerario dell'ecomuseo", curate da Navigli Lombardi Scarl, partono il sabato e la domenica. Il costo è di 65 Euro a persona se si abbina la passeggiata in bici, 85 con giro in carrozza, pranzo incluso. La durata del tour è di otto ore. Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 02 33227336. Per conoscere tutti i percorsi, clicca qui.