Prodotti Valtellina

Il gusto della Valtellina

Tra miele e formaggi, vino e pizzoccheri, il sapore della montagna in tavola

Un concentrato di sole, aria pura, pascoli incontaminati e tradizioni secolari, dal cuore delle Alpi alla tavola. I prodotti di prima qualità nati sui monti della Valtellina devono la loro eccellenza a più di un ingrediente segreto. Oltre alle condizioni ambientali e climatiche di questa regione alpina, non si devono dimenticare l'eredità di una cultura centenaria, dedita da sempre all'agricoltura, e un savoir faire che si tramanda da generazioni.

È per questo che nasce il Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina: per promuovere, valorizzare e diffondere i sapori unici dei prodotti di questa terra, dalle mele al miele, dal formaggio alla bresaola, tra un bicchiere di vino e un piatto di pizzoccheri.

Dai monti della Valtellina, una varietà di prodotti sulla vostra tavola

Dai monti della Valtellina, una varietà di prodotti sulla vostra tavola

Il gusto della montagna in tavola

Un bicchiere di vino con un panino, la felicità... cantava Albano. Se poi è un bicchiere di Nebbiolo delle Alpi DOCG, coltivato nei vigneti del versante retico, e al posto del panino ci mettiamo un bel piatto di Pizzoccheri della Valtellina MCG, tipico della tradizione contadina della zona, la felicità è ancora più vera.

Non basta? Aggiungiamo un tagliere di formaggi e salumi. Magari con una forma di Bitto DOP, un formaggio d'alpe risalente al periodo dei Celti, o di Valtellina Casera DOP, prodotto con latte vaccino e lavorato nei caseifici. Se il tutto è accompagnato dalla bresaola della Valtellina IGP, che deve il suo gusto al particolare clima di questa regione e ai rituali di lavorazione tramandati di padre in figlio, diventa davvero un pranzo da leccarsi i baffi.

Dulcis in fundo, il Miele della Valtellina MCG. Sono tantissime le aziende dedite all'apicoltura, che danno vita a una varietà incredibile di gusti. Dal sapore corposo di quello lavorato a fondovalle alla delicatezza di quello di alta montagna, dal Millefiori alle varietà monoflorali, le sfumature del dolce nettare valtellinese sembrano infinite. E sono tutte da provare.

La bresaola è una specialità della tradizione valtellinese

La bresaola è una specialità della tradizione valtellinese

La regina della valtellina

Come dimenticarsi, poi, della mela, la regina indiscussa della Valtellina. Clima, latitudine, collocazione geografica, tutto contribuisce a rendere questa terra il giardino ideale per coltivarla. La Guida antica della Valtellina, datata 1616, già parlava di una valle fertile e ricca di alberi da frutto. Una valle che, con il passare del tempo, non si è affatto smentita.

Oggi si contano mille ettari di meleti coltivati, oltre mille aziende agricole all'attivo e tre varietà classiche del frutto di Biancaneve: Golden Delicious, Red Delicious e Gala. Succose e profumate, le mele della Valtellina IGP oggi sono accompagnate da una novità: la Rockit.

Originaria della Nuova Zelanda, la Rockit è poco più grande di una pallina da golf, dolce e croccante, e si conserva a lungo. Coltivata per mantenere queste piccole dimensioni, è uno snack ideale, confezionato in un tubo trasparente per essere portato con sé facilmente. Con il consorzio Melavì è arrivato anche in Valtellina, dove sono state piantate più di trentamila piante che dal 2016 porteranno i loro frutti sul mercato italiano. Uno snack dal sapore di montagna, da tenere in tasca.

Alle tre varietà classiche della Valtellina, si aggiunge anche la mela Rockit

Alle tre varietà classiche della Valtellina, si aggiunge anche la mela Rockit