Cuore di Sardegna... a Lugano

I toccanti scatti di Pellis raccontano intimi usi e costumi di un genuino mondo nei primi anni '30

All'esposizione permanente del Museo delle Culture di Lugano, principalmente dedita all'arte asiatica, si accosta in questi giorni la mostra temporanea "Uomini e cose. Ugo Pellis. Fotografie. Sardegna 1932-1935", in calendario fino al 13 settembre. Si tratta del quarto appuntamento del ciclo intitolato "Esovisioni", dedito ad esplorare il tema dell'esotismo nei grandi fotografi del Novecento.

Gli scatti di Ugo Pellis (1882 - 1943), letterato e grande fotografo friulano, documentano una serie di viaggi che fece in Sardegna fra il 1932 e il 1935. Un racconto visivo ricco di poetica, in cui si affronta il tema dell'Altro, del diverso da scoprire, conoscere e amare. Un percorso che si sviluppa lungo 36 prime stampe d'arte riprodotte su carta baritata (formato 40×50 cm) a partire dai negativi originali.

Il Museo delle Culture di Lugano è in Via Cortivo 24, quartiere Castagnola. Info line 0041 058 8666960. Il Museo è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 10 alle ore 18. L'ingresso costa 12 Franchi svizzeri (circa 8 Euro), ma è possibile effettuare pagamenti in euro. Il prezzo del catalogo, edito da Giunti, è 60 Franchi svizzeri (40 Euro).