Ossola In Expo

Cena con delitto al Castello di Bevilacqua

Un giallo da risolvere tra una portata e un'altra, ma è tutta finzione!

Metti che una sera vi troviate rinchiusi in un castello fiabesco, a ridosso tra la provincia di Padova e Verona. Metti che quella stessa serata avete voglia di andare a teatro. Senza muovervi di un passo vi imbattete in una compagnia di attori/animatori che mettono in scena un delitto. Andava di moda più di trent'anni fa nei castelli anglosassoni e adesso va di scena anche Castello di Bevilacqua. Quando? Venerdì 11 giugno, 2 e 30 luglio (al prezzo di 49 Euro).

CENA CON DELITTO - Questa volta sembra di essere finiti tra le pagine di un romanzo di Agatha Christie piuttosto che in una sequenza di un film di Hitchcock. Gli ospiti, in prevalenza tra i 25 e i 40 anni, sono seduti a tavola a godersi la cena, ma dopo il passaggio degli antipasti, ecco l'enigma della serata: il delitto. Non si fa in tempo ad assaggiare le lasagne con erbette, ragù e uovo di quaglietta che viene mostrato il cadavere.

IL GIALLO - Aumentano i sospetti e tra un boccone e l'altro, passando dalle millefoglie di vitello agli sparagi al sautè di fave, broccoli e carotine, i commensali devono improvvisarsi investigatori e risolvere il caso. Alla base di questa fiction-gustativa c'è lo zampino di "Schegge di fantasia", il gruppo teatrale veneto che propone gialli sempre nuovi. "Valorizziamo le risorse del territorio – ci spiega Roberto Iseppi del Castello di Bevilacqua – e loro sono bravi a trovare il giusto compromesso tra un attore amatoriale e un animatore coinvolgente". I più fifoni p
ossono sempre optare per il ristorante interno All'Antica Ala e farsi coccolare dallo chef Giandomenico con la sua cucina semplice, ma raffinata.

IL SOGNO DI UN VENETO - Insieme al Castello di Bevilacqua, resiste un sogno. È quello di un imprenditore veneto che ha ridato vita ad un rudere, restituendo alla comunità un pezzo di storia, oggi patrimonio del territorio. I fantasmi possono essere leggende, ma una famiglia castellana semplice e genuina è figlia di questa realtà. E Roberto Iseppi e la sua generazione lo sanno bene.

COME ARRIVARE - In auto da Milano uscita A4 Verona sud, tangenziale Transpolesana SS 434 direzione Rovigo, uscita superstrada per Padova.

Correlati:

www.castellobevilacqua.com