Login | Registrati
Newsletter Lavoro Contattaci Pubblicità

Cena con delitto al Castello di Bevilacqua

Autore
Rosario Pipolo
Data News
lunedì 17 maggio 2010
ARGOMENTI
Cena con delitto, Castello di Bevilacqua, Fuori Porta, Veneto, Schegge di Fantasia

Un giallo da risolvere tra una portata e un'altra, ma è tutta finzione!

Metti che una sera vi troviate rinchiusi in un castello fiabesco, a ridosso tra la provincia di Padova e Verona. Metti che quella stessa serata avete voglia di andare a teatro. Senza muovervi di un passo vi imbattete in una compagnia di attori/animatori che mettono in scena un delitto. Andava di moda più di trent'anni fa nei castelli anglosassoni e adesso va di scena anche Castello di Bevilacqua. Quando? Venerdì 11 giugno, 2 e 30 luglio (al prezzo di 49 Euro).

CENA CON DELITTO - Questa volta sembra di essere finiti tra le pagine di un romanzo di Agatha Christie piuttosto che in una sequenza di un film di Hitchcock. Gli ospiti, in prevalenza tra i 25 e i 40 anni, sono seduti a tavola a godersi la cena, ma dopo il passaggio degli antipasti, ecco l'enigma della serata: il delitto. Non si fa in tempo ad assaggiare le lasagne con erbette, ragù e uovo di quaglietta che viene mostrato il cadavere.

IL GIALLO - Aumentano i sospetti e tra un boccone e l'altro, passando dalle millefoglie di vitello agli sparagi al sautè di fave, broccoli e carotine, i commensali devono improvvisarsi investigatori e risolvere il caso. Alla base di questa fiction-gustativa c'è lo zampino di "Schegge di fantasia", il gruppo teatrale veneto che propone gialli sempre nuovi. "Valorizziamo le risorse del territorio – ci spiega Roberto Iseppi del Castello di Bevilacqua – e loro sono bravi a trovare il giusto compromesso tra un attore amatoriale e un animatore coinvolgente". I più fifoni p
ossono sempre optare per il ristorante interno All'Antica Ala e farsi coccolare dallo chef Giandomenico con la sua cucina semplice, ma raffinata.

IL SOGNO DI UN VENETO - Insieme al Castello di Bevilacqua, resiste un sogno. È quello di un imprenditore veneto che ha ridato vita ad un rudere, restituendo alla comunità un pezzo di storia, oggi patrimonio del territorio. I fantasmi possono essere leggende, ma una famiglia castellana semplice e genuina è figlia di questa realtà. E Roberto Iseppi e la sua generazione lo sanno bene.

COME ARRIVARE - In auto da Milano uscita A4 Verona sud, tangenziale Transpolesana SS 434 direzione Rovigo, uscita superstrada per Padova.

PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI
Commenti
Non sono presenti commenti. Inserisci il tuo commento
acquisisci nuovi clienti
con milanodabere.it
Più ricercati di oggi CANALE Weekend
Testata Giornalistica Online
Registrazione al Tribunale di Milano n. 414 del 20/12/2013
Direttore Responsabile Elisabetta Canoro
Copyright 2014 Milanodabere Srl | CF/P.IVA 08239100962
Pubblicità
Chi siamo
Lavora con noi
Privacy, Disclaimer
Inglese
Vesione Mobile, Ristoranti, Locali, Arte, Mostre, Concerti, Strutture, News, Menu, Argomenti, Artisti