A spasso per Como

In idrovolante e per le vie del centro, l'elegante città è tutta da scoprire

Registi, attori e divi di Hollywood l'hanno scelto come oasi di pace per le vacanze e set per i loro film. Alfred Hitcock vi ha girato il primo lungometraggio di successo, George Clooney ha acquistato casa sulle sue sponde e invita regolarmente gli amici vip a trascorrere una dream holiday in stile italiano. Dove? Sul lago di Como, naturalmente.

Ai piedi delle Alpi e accoccolata all'estremità sud del lago, Como è la meta ideale per una gita fuori porta. A passeggio tra le vie del centro si respira l'eleganza di questa città dalla storia antica. A bordo di un idrovolante si sorvolano acque blu e sponde verdissime, che esibiscono una sfilata di ville sontuose con grandi giardini. Visitando le mostre e i musei si scoprono i segreti della produzione della seta e la vivacità culturale del capoluogo comasco. Il tutto a circa un'ora da Milano, sia in macchina sia in treno. Basta poco per raggiungere il lago che l'Huffington Post ha di recente definito il più bello del mondo.

Como dall'alto, incastonata tra il lago e i monti

Como dall'alto, incastonata tra il lago e i monti

Una vista dall'alto

Per un primo impatto mozzafiato, non c'è niente di meglio di un tour panoramico. All'Aero Club di Como si possono prenotare voli a bordo di idrovolanti, che sorvolano quel ramo del lago di Como fino a Bellagio, dove si congiunge con quello di Lecco.

Da qui si gode la vista delle sponde rigogliose, costellate di ville lussuosissime, come quelle di Versace e di Luchino Visconti. Oppure Villa Balbianello, il rifugio di James Bond in 007 Casino Royale, e Villa Oleandra, che se aguzzate la vista magari intravedete George Clooney.

Dopo aver volato sopra il Duomo, vi verrà voglia di una passeggiata tra le vie della città. Si parte da Piazza Cavour, il "salotto di Como", per poi gironzolare nel centro, tra vicoli acciottolati, antichi palazzi e negozi eleganti. Per scoprirne anche gli angoli più nascosti, si può partecipare a uno dei tour dell'associazione C-Lake Today, ogni sabato e domenica pomeriggio.

L'idrovolante prende il volo dalle acque del lago, tra cigni e anatre

L'idrovolante prende il volo dalle acque del lago, tra cigni e anatre

Mostre, degustazioni e storia locale

Se tutto questo visitare vi ha messo appetito, il mercato dei produttori locali è quello che fa per voi. Qui, infatti, si possono assaporare le specialità tradizionali del Lario come lo Zincarlin, gustosa ricotta pepata, o il Missoltino, agone pescato nella parte nord del lago ed essiccato al sole secondo un metodo che si tramanda di generazione in generazione.

E la tradizione culinaria non è l'unica che dura da decenni. Quella della seta risale addirittura ai tempi di Ludovico il Moro e si è trasformata nel tempo da artigianato a industria di alta qualità. Per scoprirne l'affascinante storia, dalla filatura alla tintura alla stampa, si può visitare il Museo della Seta, che custodisce anche una sala moda con esemplari di vestiti.

Per concludere la gita fuori porta, non può mancare una passeggiata sul lungolago, magari fino a Villa Olmo. Le ricche sale affrescate di questa villa neoclassica ospitano spesso mostre ed esibizioni. Fino a fine novembre si possono ammirare le opere di de Chirico, Warhol, Pistoletto, Cattelan e di tanti altri. È la mostra Com'è viva la città, divisa in aree tematiche che raccontano gli aspetti della vita urbana: dallo sport al tempo libero, dai trasporti alle manifestazioni. Il tutto visto attraverso le creazioni di artisti novecenteschi, dall'Italia e dal mondo. Com'è viva questa Como.

Al Museo della seta si ripercorre la storia di questo prezioso tessuto

Al Museo della seta si ripercorre la storia di questo prezioso tessuto

Correlati:

www.visitcomo.eu