BirraMi - Birreria con Cucina Milano

Una meneghina spumeggiante

Da BirraMi, le bionde, le brune e le rosse baciano la buona cucina

Ha pochi mesi di vita e vanta già un primato: essere la prima a Milano a esibire una bella bionda "effervescente" naturale, ossia spillata senza aggiunta di anidride carbonica. È BirraMi, birreria con cucina dal fascino rétro-moderno, dove sorseggiare e assaporare a tutte le ore. Tutti i giorni. Ad aprirla? Massimo Innocenti, già patron della premiata ditta Spontini che, proprio accanto all'insegna di via Cenisio, ha voluto creare uno spazio confortevole e informale, dedicato alla luppolata figlia di Cerere. Non dimenticando di affiancarle culinarie sfiziosità.

CHIARE & SCURE
- Al boccale o in bottiglia, numerose sono le birre in carta. Ma la star rimane lei: la Heineken Lager Premium Quality, ambasciatrice dell'innovativo Cellar Beer System. In pratica? Prodotta nello stabilimento bergamasco di Comun Nuovo, viene trasportata in cisterne capaci di mantenerla alla temperatura ottimale fino a destinazione. Poi? Grazie a una cella frigorifera (a vista) disposta allo stesso livello del bancone, nonché a un peculiare sistema di erogazione, giunge nel bicchiere conservando intatte freschezza, leggerezza e fragranza. Ma da provare sono pure le altre sorelle di spina. Come le belghe d'abbazia Affligem Blonde e Rouge; la tedesca Erdinger Weissen, definita "lo champagne della Baviera", per il processo di lavorazione che la accomuna al nettare francese; e l'irlandese Murphy's Stout, dalle nuance di caffè, cacao e caramello. E per chi ama le spumeggianti col tappo? Et voilà la Malheur Cuvée Royale, dagli aromi fruttati, ottenuta con il metodo classico champenoise; l'ambrata Moretti Grand Cru; la Chimey Bleu, trappista dal gusto pieno e corposo; e la Brugse Zot Blond, dorata e pluripremiata. Senza dimenticare la Duchesse de Bourgogne, rifermentata in botti di rovere, dal sapore agrodolce e lievemente barricato. Insomma, birre per tutti i palati, per tutte le tasche (i prezzi vanno dai 3,50 ai 39 Euro) e per tutti i piatti.

DI COTTI & DI CRUDI - La brassicola proposta sposa infatti quella gastronomica. Ovvero, pietanze semplici e rassicuranti, pensate su misura per valorizzare le creature con la schiuma. Ecco allora che si può seguire la via norcina, optando per i salumi (Prosciutto di Parma, culaccia, lardo toscano, mortadella e salame di Felino); scegliere la rosata bresaola punta d'anca, impreziosita da rucola selvatica e grana; oppure percorrere la via lattea, assaggiando Bitto, Gorgonzola, Salva Cremasco, Brie e Piancentu Ennese, in abbinamento a confetture di fichi, di more e di fragole all'aceto balsamico. E se per spizzicare sono perfetti gli straccetti di pollo in pastella con semi di sesamo, per assecondare l'appetito autentico arrivano filetto di manzo e fiorentina all'antica con verdure, costata e tagliata, cotoletta alla milanese nonché stinco di maiale al forno, marinato alla birra e ingentilito da cipolla stufata. Non trascurando la serie degli hamburger (con 180 grammi di carne), nelle versioni classico e col formaggio, con l'uovo e col bacon. O con tutti gli ingredienti insieme. E per dessert? Il Birramisù, tradizionale tiramisù che sostituisce il caffè con la Murphy's Stout.

LA CHICCA
- Fra boiserie, arredi in legno scuro e pavimento a scacchi black e white, una teca cattura lo sguardo. È lo scrigno-caveau che custodisce i boccali personali degli ospiti. Per farli sentire ancora più a casa. La birreria è aperta lunedì, martedì e mercoledì, dalle 12 all'una di notte; giovedì, venerdì e sabato, dalle 12 alle 2 di notte; domenica e festivi, dalle 12 a mezzanotte. Da notare: grandi schermi al plasma trasmettono (senza alcun sovraprezzo) partite di calcio ed eventi sportivi internazionali.

Correlati:

www.birrami.it