Se il Gambero Rosso dice sì

La nuova Guida ai Ristoranti d'Italia 2014 vede primeggiare la Lombardia, fra conferme e new entry

Fresca di presentazione, la Guida ai Ristoranti d'Italia 2014 del Gambero Rosso ha sancito i suoi verdetti fra conferme e new entry. Buone notizie per chi vive a Milano e dintorni, perché è proprio la Lombardia la regione che si aggiudica il maggior numero di riconoscimenti: ben cinque ristoranti conquistano le ambite Tre forchette e quattro osterie si sono meritate i Tre gamberi.

TRE FORCHETTE - Nell'olimpo della ristorazione, con Tre forchette e un punteggio di 95 centesimi, si confermano sul podio gli chef Massimo Bottura (Osteria Francesana, Modena) e Gianfranco Vissani (Vissani, Baschi, Treviso). Seguiti a ruota da Alfonso Iaccarino (Don Alfonso 1890, Sant'Agata sui Due Golfi, Napoli), Heinz Beck (La Pergola de l'Hotel Rome Cavalieri, Roma) e Antonino Cannavacciuolo (Villa Crespi, Orta San Giulio, Novara). Con 92 centesimi vengono riconosciute Tre forchette anche ad Antonio e Nadia Santini (Dal Pescatore Santini, Canneto sull'Oglio, Mantova), mentre salgono in classifica con ben 91 centesimi i fratelli Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto, in provincia di Bergamo, medesimo punteggio confermato anche all'Ilario Vinciguerra Restaurant di Gallarate. Entrano nel gotha della triplice forchetta il nostro Luigi Taglienti del Trussardi alla Scala di Milano ed Enrico Bartolini del Devero Hotel di Cavenago di Brianza, rispettivamente con 90 e 91 centesimi.

ALTRI RICONOSCIMENTI - Si aggiudicano Due forchette Davide Scabin (Combal Zero, Rivoli, Torino) e monsieur Carlo Cracco (Cracco, Milano). Stesso riconoscimento anche per altri tre ristoranti della Lombardia: il Miramonti L'Altro (Concesio, Brescia), il Mistral del Grand Hotel Villa Serbelloni (Bellagio, Como) e Al Gambero (Calvisano, Brescia). Mentre fra le migliori osterie d'Italia ancora una volta primeggiano i locali della nostra regione: premiati con Tre gamberi il Caffè La Crepa (Isola Dovarese, Cremona), La Locanda delle Grazie (Curtatone, Mantova), La Madia (Brione, Brescia) e l'Osteria del Treno (Milano). Altre glorie tutte lombarde sono Lanzani Bottega&Bistrot (Brescia) e Al Donizetti (Bergamo), che si aggiudicano ben Tre bottiglie nella categoria Migliori wine bar d'Italia. Approda infine a Madesimo, in provincia di Sondrio, il Premio speciale al ristorante che ama il suo territorio e l'ambiente, assegnato a Il Cantinone.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati