Tè alla Rinascente - Milano

Rinascentè

Il 7° piano dello store di Piazza Duomo diviene un'esclusiva tea hall

Il giro del mondo si fa a sorsi di tè. Salendo al settimo piano de la Rinascente di Piazza Duomo. Che, dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 18, si trasforma in una contemporanea e cosmopolita tea hall. Per un pomeridiano Tea Time dai toni esclusivi. Da vivere andando, di location in location, alla scoperta dei rituali legati all'antica bevanda. Proposta sia nelle sue pure sfumature sia in abbinamento a sfiziose pietanze studiate ad hoc. Un progetto ambizioso, voluto dal food & beverage director Massimo Furlan e messo a punto grazie alla consulenza dell'esperta tea stylist Francesca Natali di ArtedelRicevere. Al fine di svelare il nobil liquore in tutti i suoi aspetti cultural-conviviali, comunicandone l'eclettica essenza, la variegata consistenza e la capacità di ben abbinarsi al cibo. Dolce o salato che sia.

DA ORIENTE...
- Ecco allora che alla Vineria Yn si sperimentano i raffinati Pu-erh, i tè cinesi della longevità. Quelli che invecchiano come il vino, che contengono poca teina, che disintossicano e riequilibrano l'organismo. Perfetti in accordo con salumi, formaggi e torte al radicchio rosso. Cina che si svela anche a il Bar, dove si rende onore al gong fu cha, il rito del tè servito sul battello in legno. Navigando fra oolong tostati o poco fermentati e bianchi boccioli che, come fiori, si schiudono in tazza al contatto con l'acqua. Mentre si assapora un Matcha Bonnet: budino di crema, mandorle e tè verde. Matcha che approda pure da My Sushi, protagonista del nipponico cerimoniale della "Spuma di Giada", preparata con un tè in polvere dall'intenso colore green. A cui fanno da complici i liquidi fratelli Sencha, Genmaïcha e Houjicha, nonché tipici snack giapponesi. E per una pausa rigenerante? Allo Juice Bar si possono provare un'agrumata erba mate e il delizioso tè Source Vital, digestivo e rinfrescante, prezioso di radice di zenzero e di scorza di limone. Una ricetta thai, mutuata dalle più eleganti spa d'Oriente.

... A OCCIDENTE - Ma il limone torna, amalfitano e solare, a ingentilire il prezioso (e detossinante) oolong proposto da Obikà Mozzarella Bar, in accompagnamento a una crostata di crema e lamponi. Per un tuffo nello stile mediterraneo. E per un marocchino tè nel deserto vista Duomo? Ci si deve accomodare da Be-Steak, dove tutto profuma di rosa e di menta, di frutta secca e di arabe golosità. Classico english tea, invece, al Maio Restaurant, che presenta tè neri aromatici e avvolgenti, sposati a fragranti sandwich e madeleine. E ai più piccini? Ci pensa De Santis, con delicati e fruttati infusi. Da far giocare con biscotti, muffin e ghiotte tartine. La degustazione del tè va dai 4,50 ai 12 Euro (per il flower ritual). Il matrimonio tea&food ha un prezzo che varia dai 7 ai 18 Euro (25 Euro, per il royal afternoon tea, con flûte di champagne). Senza dimenticare che la sala da tè diffusa ha il suo angolo "market": il Tea Corner ArtedelRicevere. Dove curiosare e acquistare un pregiato figlio della camellia sinesis.

Correlati:

www.artedelricevere.com
www.larinascente.it