Profumo di Tailandia

Pesce, riso, carne, verdure e tanti aromi al ristorante Thai Elephant

Con sguardo bonario, il grande elefante dipinto sulla parete sembra vigilare sugli ospiti. In Tailandia è considerato un animale positivo, e pare porti bene. Insomma, quasi un amuleto, tant'è vero che questo ristorante porta proprio il nome Thai Elephant. Ad aprirlo è stata Yuphin, da quindici anni in Italia, già titolare (esattamente accanto al locale) del centro massaggi Po Thong e ora alle prese con il mondo della ristorazione insieme al compagno Michele Pinco. Un ristorante thai al cento per cento il loro, con tanto di cucina e arredi tipici.

AMBIENTE SOLARE - Tonalità aranciate per i muri e i soffici tendaggi, boiserie in legno a ricoprire per metà le pareti, tele dai colori vivaci a ritrarre fiori, orchidee e paesaggi tailandesi e tanti oggetti e oggettini originali del bel Paese asiatico, dai leoni dorati alle cornici, dalle lampade alle statuette: il Thai Elephant è un piccolo angolo di Tailandia dove scoprire intriganti sapori orientali.

GIOCO DI AROMI - Lime, lemongrass, latte di cocco, ananas, papaya, curry, peperoncino, zenzero e tante altre spezie: la cucina tailandese si rivela più che mai aromatica e profumata, capace di spaziare dal dolce all'acidulo, dal piccante all'agrodolce passando per lo speziato. Una cucina variegata, leggera e molto digeribile, grazie all'uso di ingredienti freschi e naturali, utilizzati per preparare ricette che omaggiano la carne, il pesce, il riso e le verdure, accostati in abbinamenti gustosi e delicati. Piatti realizzati, e presentati, con cura, dai due giovani chef tailandesi: mu satè (spiedini di maiale con salsa di arachidi); tod mann pla (polpette di pesce); gai hor bai tong (bocconcini di pollo avvolti in foglie di banana) e kao krieb gung (nuvole di gamberi serviti con salsa di soia e vinaigrette). Per continuare con tom yam gung (zuppa piccante di gamberoni); tom kha gai (zuppa di pollo al latte di cocco e galanga); tom yam poh taek (zuppa di frutti di mare e cozze); pad thai gung (tagliatelle di riso saltato alla tailandese con gamberi); kao ob sap pa rod (riso servito in buccia di ananas con gamberi); pla nueng ma nao (pesce al succo di lime e peperoncini al vapore); phad ga phroa pla muek (calamari saltati con basilico santo); e la serie dei curry di pollo, maiale, manzo e anatra nonché la teoria delle carni impreziosite da menta, zenzero, ananas e salsine agrodolci. Senza dimenticare la som tam (insalata di papaya verde) e dolci come mad canun (alla soia con pâté di cocco e vun kati (gelatina di cocco).

TAKE AWAY
 - Volendo, tutte le pietanze in menu si possono ordinare e portare a casa per una cenetta in perfetto stile thai.

NEL BICCHIERE - Per restare in tema si può ordinare una leggera birra thai Singha oppure un tè tailandese. In alternativa, non mancano vini da tutta Italia, fra cui i profumati Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Falanghina, ideali per accompagnare le portate più delicate.