Guida Ristoranti d'Italia Gambero Rosso 2016

Niente granchi, ma pregiati gamberi rossi

La nuova Guida ai Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso incorona la Lombardia

Se Massimo Bottura con la sua modenese Osteria Francescana e Heinz Beck de La Pergola del Rome Cavalieri di Roma sono ai vertici della classifica, la Lombardia è in pole position e conferma il suo primato con ben sei Tre Forchette e altrettanti Tre Gamberi, espressione della migliore cucina tradizionale.

La Guida Ristoranti d'Italia 2016 del Gambero Rosso parla chiaro. Tra i 2268 indirizzi censiti, ci sono 250 novità. Alcune riguardano da vicino la città di Milano, quest’anno grande protagonista della gastronomia sulla scia di Expo 2015.

Massimo Bottura dell'Osteria Francescana di Modena ai vertici della classifica

Massimo Bottura dell'Osteria Francescana di Modena premiato ai vertici della classifica

la guida del gambero rosso 2016, le novità

Tra le new entry meneghine, il ristorante Berton dello chef Andrea Berton e Seta, l’oasi gourmande del nuovissimo Mandarin Oriental, che vede impegnato in cucina Antonio Guida. Sul versante etnico? Ci difendiamo con i Tre Mappamondi che incoronano per la prima volta Wicky's Wicuisine Seafood di Wicky Prian e il consolidato ristorante Iyo. Due perle meneghine che si affiancano al Dao Restaurant di Roma.

La 26esima edizione della guida, inoltre, attribuisce nuovi premi speciali. Ecco allora il riconoscimento a Lorenzo Viani di Lorenzo a Forte dei Marmi (Lu) come Ristoratore dell’anno; all'Argine a Vencò di Dolegna del Collio (Go) come Novità dell’anno; al Donatella Bistrot di Oviglio (Al) come Bistrot dell’anno; al Reale di Castel di Sangro (Aq) per il Pane in tavola; a Sara Simionato dell’Antica Osteria da Cera di Campagna Lupia (Ve) come Pastry chef dell'anno.

Cuoco emergente 2016 è il giovanissimo Matteo Metullio de La Siriola di San Cassiano in Alta Badia, mentre Gennaro Esposito della Torre del Saracino di Vico Equense (Na), con 57 punti, sale tra i quattro migliori voti di cucina assegnati, accanto a Massimo Bottura, Massimiliano Alajmo de Le Calandre di Rubano (Pd) e Pino Cuttaia de La Madia di Licata (Ag).

E se il miglior rapporto qualità-prezzo fa una doppietta pugliese con La Bul di Bari e La Strega di Palagianello (Ta), tra le trattorie segnalate ci sono tre nuovi membri, La Brinca di Ne (Ge), All'Osteria Bottega di Bologna e La Tana degli Orsi di Pratovecchio Stia (Ar). A Le Giare dell’Hotel Rondò vanno le Tre Bottiglie, massimo riconoscimento per i wine bar, mentre Casa Baladin di Piozzo (Cn) e Casa Baladin di Roma conquistano i Tre Boccali.