Ich liebe Sbrinz

Uno dei formaggi più antichi della Svizzera ospite nelle cucine italiane

Più di 700 anni di storia accompagnano questo formaggio. È lo Sbrinz, dop svizzera le cui origini si fondono con la nascita della Confederazione Elvetica, nel lontano 1291. Si tratta di una delizia casearia prodotta nell’area compresa fra Lucerna e Zurigo, a base di latte vaccino. Un formaggio a pasta extra-dura, dal sapore piccante, i cui tempi di maturazione possono variare da un minimo di 18 mesi a un massimo di quattro anni. Presso la scuola di cucina Congusto, abbiamo incontrato gli chef Chiara Barluzzi e Vincenzo Cipolla, che hanno rielaborato lo Sbrinz in due ricette dal tocco mediterraneo. Chiara ha sposato il formaggio alla cipolla di Tropea, mentre Vincenzo lo ha fatto incontrare con le mandorle. Creazioni da servire per un aperitivo, ideali anche per gli amanti della cucina vegetariana.

FIORI DI SBRINZ E CIPOLLA DI TROPEA  – Ecco gli ingredienti e la preparazione per i fiori di sfoglia piccanti con fonduta di Sbrinz dop e cipolle di Tropea caramellate. Ingredienti (per 4 persone): 50 gr di Sbrinz; 150 gr di panna fresca; 2 cucchiai di Sbrinz grattugiato; 1 cipolla di Tropea; 1 rotolo di pasta sfoglia; 1 cucchiaio di farina 00; 1 noce di burro; 1 tuorlo d’uovo; 1 cucchiaio di aceto di vino rosso; 1 cucchiaio di paprika; timo; noce moscata; olio extravergine d’oliva; sale e pepe. Preparazione: scaldare il forno a 220°, stendere la pasta sfoglia sul piano infarinato e cospargere lo Sbrinz e la paprica; con uno stampino a forma di fiore, tagliare la sfoglia e spennellare i bordi con il tuorlo; cuocere i fiori per 8 minuti e nel frattempo sbucciare le cipolle, tagliarle sottili e stufarle con una noce di burro e aceto; aggiungere alle cipolle la panna e un pizzico di noce moscata, facendo addensare il tutto. Un volta attenuta la crema, aggiungere la dadolata di Sbrinz, facendo sciogliere il tutto a fuoco basso. In un piattino, servire i fiori di sfoglia con qualche cucchiaino di fonduta di Sbrinz e cipolla.

MARGHERITE DI SBRINZ E MANDORLE – Un’altra sfiziosa ricetta, è quella dei frollini salati Romias con Sbrinz. Ingredienti (per 4 persone): 200 gr di burro; 140 gr di farina 00; 80 gr di Sbrinz grattugiato e 120 gr a pezzetti; 60 gr di farina di mandorle; 60 gr di fecola di patate; 4 uova intere; 10 gr di sesamo; 20 gr di noci in granella; sale. Preparazione: montare il burro con lo Sbrinz grattugiato e la farina di mandorle; aggiungere le uova e infine incorporare la farina 00, la fecola e il sale. A parte, unire la granella di noci, il burro, il sesamo e lo Sbrinz a pezzetti fino a farli diventare un composto omogeneo; porzionare in mezze sfere di silicone e congelare per 6 ore circa. Su teglie rivestite con carta da forno, formare con la sac à poche delle margherite e disporre al centro di ogni frollino una mezza sfera congelata di formaggio; cuocere in forno a 180° per circa 10 minuti. A piacere, servire i frollini appena sfornati o freddi.

A Milano, lo Sbrinz è disponibile sia nelle piccole gastronomie che nei grandi supermercati, al prezzo medio di 15 Euro al chilo.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati