Architetture di sapore

Al Bistrot Bovisa per scoprire l'arte del buongusto

Luce. Che di giorno penetra attraverso le grandi vetrate per dilagare nell'ambiente. Che di sera crea l'atmosfera, modulata com'è da un sofisticato impianto di illuminazione. Che gioca, sempre e comunque, con il design minimalista dello spazio: bianco e nero, pronti a rincorrersi lungo le pareti e le comode sedute che orlano i candidi tavoli. Pare una grande scatola trasparente il nuovo Bistrot Bovisa, neonato punto di riferimento goloso nel bel mezzo del piazzale della Triennale Bovisa, area vocata a ospitare le esposizioni di arte contemporanea.

PRELIBATEZZE D'AUTORE - Aperto dalle 10 del mattino alle due di notte, il bistrot si rivela ideale per una pausa ghiotta e rilassante fra una mostra e l'altra, anche di sera (tanto la Triennale chiude a mezzanotte). La certezza è quella di trovare un menu variegato e, soprattutto, firmato. E' infatti Moreno Cedroni, chef stellato della Madonnina del Pescatore di Senigallia, il vero deus ex machina della lista mangereccia, anche se poi è il trio Flavio Militello, Elisabetta Zecca e Willy Errera a realizzare i manicaretti. Che sono davvero particolari, dal momento che giungono dritti dritti dall'Officina cedroniana (laboratorio marchigiano di specialità ittiche, salse, conserve e molto altro ancora) per essere rielaborate con mediterraneo tocco creativo. Ecco allora eggs and bacon di tonno; tonno con gelato alla senape e mandorle croccanti; bresaola di spada con insalata, pomodori e salsa senape; e polentina con trippa di coda di rospo. Per finire con un'insolita mousse di cioccolato con olio, sale e pane. Ma attenzione: se vicino alla ricetta compare il carrellino, significa che il prodotto è anche acquistabile.

BOCCONI DOP - In carta non mancano neppure insalate, salumi e formaggi selezionati con cura: puntarelle e acciughe; Patanegra con crostini di pomodoro; Crudo, Culaccia (culatello con cotenna), lardo e Salame Piacentino dop; stracciatella di Barletta; bocconcini di Bufala Campana dop nonché nodino di mozzarella fiordilatte con confettura di pompelmo rosa, toma con confettura di fragole e timo, Reblochon con confettura di mandarini tardivi e pecorino di fossa con gelatina di Lacrima di Morro d’Alba. Sempre corredati da un suggerimento per il vino da abbinare.

IL VERO HAPPY HOUR - Due cocktail al prezzo di uno (7 euro): questa la proposta per l'aperitivo dal martedì al sabato (dalle 17 alle 20), ovvero il vero happy hour, con corredo di qualche stuzzichino. Cambio di programma, invece, per la domenica: aperitivo lungo (dalle 18 alle 24) con ricco buffet (7 euro a cocktail).

BRUNCH - Rigorosamente di domenica, dalle 12 alle 16, ecco il brunch all'insegna delle sfiziosità: latte, caffè, tè, succhi, croissant dolci e salati, miele, marmellate, confetture, frutta, pane ai cereali, alle olive, alle patate e di grano duro, salumi, formaggi, insalate, verdure, torte salate e crostate. Mini buffet per i più piccoli.