Ristoranti Aperti Agosto MIlano

Agosto? Godereccio e mangereccio

I ristoranti aperti in agosto. Tre gastro-modalità per scoprire il gusto dell'estate milanese

Sotto le stelle, immersi nel verde, a lume di candela o avvolti da intimi spazi. Le sere d'agosto possono essere magiche e regalare inaspettate istantanee di gusto. Ecco una mini guida per concedersi a creazioni gourmet, assaporare il mare, mettere i piedi per terra, lasciarsi sedurre da esotiche sfumature, aromatiche note orientali o da colorate tentazioni asian style.

ESTATE GOURMET

È un'oasi verde circondata da una cascata di gelsomini in fiore l'Ivory Terrace, il terrazzino situato al piano ammezzato del The Westin Palace, dove il ristorante Casanova si trasferisce per tutto il periodo estivo e dove lo chef Augusto Tombolato diletta il palato con freschi piatti da gustare en plein air: dalla cotoletta di gambero in veste di mandorle ai maccheroncini di kamut saltati con melanzane e caciotta salata.

Charme ed eleganza incontrano la tradizione italiana all'Acanto, spazio gourmet del Principe di Savoia. Lo chef Fabrizio Cadei propone specialità di terra e di mare da assaporare immersi nel suggestivo giardino all'italiana su cui si affaccia il ristorante, con tanto di fontana. Tra le chicche? I tortelli homemade con gamberi rossi di Mazara, che inebriano il palato con asparagi verdi, baccalà e fonduta fredda di bufala.

L'Ivory Terrace, immerso in una cascata di gelsomini in fiore all'ammezzato del The Westin Palace
L'Ivory Terrace, immerso in una cascata di gelsomini in fiore all'ammezzato del The Westin Palace

Romantico e fiabesco, il ristorante Rubacuori, situato all'interno di Château Monfort, propone portate leggere, variopinte e raffinate, sapientemente orchestrate dal giovane e talentuoso chef Martin Vitaloni. Sono da provare i suoi piatti da favola, che declinano carne e pesce in delicate creazioni contemporanee.

Aperto per ferie anche il ristorante Da Noi In, oasi gourmet del Magna Pars Suites Milano, immersa in un incantevole giardino segreto, nel cuore di zona Tortona. Qui, lo chef Fulvio Siccardi propone creazioni gustose e moderne. Un must da assaggiare? L'uovo in gabbia, il suo celebre piatto-firma, che inebria col profumo del tartufo.

E a chi ha ancora le valige in mano, in partenza o di ritorno dalle vacanze, Il Canneto, all'interno dello Sheraton Milan Malpensa, stuzzica la gola con creative gastro-composizioni, con sapori che attingono dal territorio e che viaggiano per tutta Italia.

L'uovo in gabbia

L'uovo in gabbia "spacchettato", piatto-firma dello chef Fulvio Siccardi del ristorante Da Noi In

FRA TERRA E MARE

Per un tuffo nel Mediterraneo ci pensa il Mercato del Pesce, pescheria e ristorante, situato in un'originale location, all'interno di un tunnel dello storico muraglione della Stazione Centrale, dove il fascino della Vecchia Milano incontra la contemporaneità. Per tutto il mese di agosto, qui si assaggiano crudi di mare da urlo, tartare, carpacci e plateaux da comporre a piacimento.

Voglia di un risottino preparato a regola d'arte o di chicche mangerecce come una fresca tartare di fassona? Ci pensa l'abile Max Masuelli, nella sua Trattoria Masuelli San Marco. Un ristorante che si fregia del titolo di Bottega storica, dove è di scena la cucina lombardo-piemontese. Qui, l'eccellenza delle tipicità è servita impeccabilmente, con uno sguardo alla contemporaneità.

Estate all'insegna della natura e del green style da Ghea, regno della cucina vegana, dove assaporare piatti leggeri e privi di derivati animali. Portate veg che vanno dagli spatzle homemade, i tipici gnocchetti tirolesi preparati con un impasto aromatico a base di patata americana dolce e cipollotto, al sushi vegano. Da assaggiare anche la tempura di verdure e la vellutata di asparagi, una verde meraviglia che gioca con le consistenze.

Il crudo del Mercato del Pesce

Il crudo del Mercato del Pesce

Ravioli di borragine ingentiliti da crema di melanzane, risotto con pasta di salame, mirtilli e Teroldego e spaghetti alla chitarra con vongole, sedano e bottarga: sono solo alcune delle specialità che si gustano al Ca' Bianca, in una fascinosa cornice lungo i Navigli. Al Ca' Solare, invece, si mangia la carne alla brace, specialità della casa, da gustare in modalità rustico-chic.

Per un agosto all'insegna dei freschi sapori nordici, tra marinature, cotture a bassa temperatura e sentori di bosco, da provare la cucina di Björk, ristorante svedese che per tutto il mese resta aperto, con tanto di summer lunch menu all'ora di pranzo. Nella swedish brasserie si assaggiano piatti come il salmone all'aneto o gli smørrebrød, i tipici sandwich aperti.

Mentre per una cena romantica con una vista unica sul nuovo profilo di Milano, a due passi da Corso Como, il ristorante Skyline, all'undicesimo piano dell'Ata Hotel The Big, è un salottino dove riscoprire i classici della cucina italiana, fra terra e mare.

Atmosfera, design e chicche scandinave da Bjork

Atmosfera, design e chicche scandinave da Bjork

VIAGGIO IN ORIENTE

Raffinata e autentica è l'alta cucina cinese dell'elegante Bon Wei. Un must? L'anatra alla pechinese, oltre a specialità estive come gli involtini vietnamiti con menta, l'insalata di anatra croccante e frutta o i noodles freddi. Pazzi per jiaozi e shao mai? Un salto è d'obbligo al Dim Sum, dove sono protagonisti i golosi assaggi misti serviti in cestini di bambù.

E per un'evasione indiana? Dawat è una certezza che profuma di curry e di specialità tandoori. E di originali proposte come i chaat, tipici street food a base di pollo (chicken chaat) o vegetariani (samosa chaat), che sul lungomare di Mumbai vengono venduti nel caratteristico cono da passeggio. Al Dawat vengono serviti nel piatto e conditi, come da tradizione, con lenticchie croccanti, ceci, salsa di yogurt alla menta e salsa al tamarindo.

Gli involtini vietnamiti del Bon Wei, serviti su foglia di insalata con menta fresca

Gli involtini vietnamiti del Bon Wei, serviti su foglia di insalata con menta fresca

Per i sushi-addicted, in un ambiente zen fuori dagli schemi minimalisti o seduti nel giardino all'aperto, tra bonsai secolari e pennellate di verde, da Miyama il Sol Levante risplende in originali interpretazioni. Come il rucolino maki, dove il gusto del salmone, croccante all'interno e in versione tartare cotta al top, sposa il sapore della rucola. E ancora, Esotico maki a base di salmone e avocado, ai sentori di basilico e salsa di mango.

Immerso in una fascinosa atmosfera maghrebina, tra giochi di luce e ammalianti tocchi arabeggianti, El Jadida continua a sedurre gli ospiti nel mese di agosto. Un viaggio gastronomico attraverso il Mediterraneo, che spazia dai falafel al cous cous, passando per gustose portate di pesce.

Consulta la guida completa dei ristoranti aperti in agosto.

L'incantevole giardino zen del ristorante giapponese Miyama

L'incantevole giardino zen del ristorante giapponese Miyama