A cena da Salvatore

Ci si sente nella splendida terra siciliana a due passi dalla Stazione Centrale

La Trattoria Siciliana da Salvatore si trova in viale Brianza all'altezza della Stazione Centrale. L'ingresso è particolare, perchè non fa accedere direttamente al ristorante, come ci si aspetterebbe, bensì occorre salire un piano a piedi. Solo dopo aver fatto le scale si riesce a dare un aspetto ai profumini che si sentono appena varchi la soglia d'ingresso.

L'ambiente è semplice, ma ben curato, tipicamente siciliano con pupi e piastrelle affrescate che decorano le pareti. Si può chiacchierare amabilmente e in tranquillità. Il personale di servizio è discreto, ma si prende cura degli ospiti in modo impeccabile. Il proprietario stesso, il sig. Salvatore, per l'appunto, informa delle caratteristiche dei singoli piatti e aiuta a compiere la scelta giusta, soprattutto quando il cliente non è sufficientemente esperto di cucina siciliana.

E così, tra ottimi involtini di melanzana, caponate in agrodolce e carpacci di polipo, ci si fionda sugli altrettanto imperdibili primi. "Primo" fra tutti lo Spaghetto del Siciliano, con gambero rosso doc di Mazara del Vallo, ma anche la classica pasta alla Norma, con le sarde, allo scoglio. Anche i secondi risultano ottimi e freschissimi: tra tutti consigliamo i fritti di mare e il gustoso tonno in crosta di pistacchio. Varia e ricca la carta dei vini, che annovera tipologie anche queste siciliane, così rivalutate ultimamente nel panorama vinicolo nazionale. Per finire diamo l'oscar ai dolci, in particolare ai buonissimi cannoli e cassate.

I prezzi sono medi, considerando che la base della cucina è il pesce e che tra l'altro questo è sempre fresco. Insomma, se amate il mare, la Sicilia, o semplicemente la buona cucina casalinga ma con stile, l'amico Salvatore è colui che vi dà la possibilità di passare la serata da voi desiderata.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati