Da donna a donna

Perchè si festeggia l'8 Marzo

Da donna a donna, da una redazione quasi interamente di donne... Ci fermiamo per un attimo a riflettere sul vero significato di questa giornata, nata non come una festa, ma come occasione per ricordare chi si è battuto per i propri diritti, scontrandosi con un sistema maschilista.

Troppe sono le ingiustizie che perdurano anche ai nostri giorni, però molte sono le donne che quotidianamente affrontano la vita con coraggio. Questa vita è "scandalosamente" bella, perchè è qui ed è ora, tanto vale cercare in noi la chiave giusta per trascorrerla al meglio. E se poi avremo altre occasioni... questo non lo possiamo sapere subito.

A tutte le donne che amano essere se stesse davvero!

Le origini della festa dell'8 Marzo risalgono al 1908, quando, a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme. Successivamente, questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.

Il triste accadimento, ha dato il via, negli anni immediatamente successivi, ad una serie di celebrazioni che i primi tempi erano circoscritte agli Stati Uniti e avevano come unico scopo il ricordo della orribile fine fatta dalle operaie.

In seguito, con il diffondersi e il moltiplicarsi delle iniziative, che vedevano come protagonistele rivendicazioni femminili in merito al lavoro e alla condizione sociale, la data dell'8 marzo assunse un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli, ma anche il punto di partenza per il proprio riscatto.

Nel corso degli anni è andato in massima parte perduto il vero significato della ricorrenza, perché la grande maggioranza delle donne approfitta di questa giornata per uscire da sola con le amiche per concedersi una serata diversa, magari all'insegna della "trasgressione", che può assumere la forma di uno spettacolo di spogliarello maschile.

E' un po' triste pensare che, per festeggiarsi, tante donne abbiano bisogno di comportarsi come fanno tanti uomini, magari dimenticandosi della propria identità femminile gli altri giorni.