Sharra Pagano, i suoi primi 40 anni

Tutte le forme, i colori e i bagliori dei decori preziosi

Sharra Pagano, la maison fondata da Lino Raggio nel 1969, a cui poi si è aggiunto Gianfranco Signori, entra negli "anta" con tutta la carica luminosa dei suoi bijoux. Creazione di tendenze, collaborazioni con grandi stilisti e con il mondo del teatro caratterizzano il percorso di questa coppia creativa. 

SEMIPREZIOSI DI PIETRA DURA, PERLE E COLLANE MULTIFILI - Alcuni dei pezzi sempre presenti nelle collezioni di Sharra Pagano. Ma come nascono questi accessori?  "Molto spesso passiamo direttamente dall'idea alla realizzazione – spiegano i designer – lavorando i materiali, qualche volta prepariamo prima dei bozzetti." Resina, cristalli, vetri colorati, strass, pietre dure, ottone e altri metalli si fondono in svariate combinazioni vendute in 300 punti vendita in tutto il mondo. Non mancano mai nelle collezioni le perle, che siano di vetro, resina o di fiume, avvicinando sempre di più questi bijoux a veri e propri gioielli. Sempre all'insegna della lavorazione artigianale made in Italy. La fascia di prezzo oscilla dai 40 ai 400 Euro, con qualche punta preziosa per gli oggetti più ricercati. 

IN PASSERELLA E A TEATRO
- Le diverse collezioni prodotte durante l'anno fanno capo essenzialmente a due linee: quella del marchio Sharra Pagano e quella prodotta per le maison di moda che vogliono accostare accessori di qualità ai loro abiti. Tra queste significativa la collaborazione decennale con Giorgio Armani, ma anche Walter Albini, Versace, Valentino e Moschino tra gli altri. Dalla passerella al palcoscenico il passo è breve, i gioielli di scena del soprano Renata Tebaldi portano la firma Sharra Pagano, così come altri diademi, tiare e spille creati appositamente per gli spettacoli. 

PARTICOLARITÀ E MUST HAVE – Qual è il pezzo più caratteristico delle collezioni Sharra Pagano? La collana decostruita in pietre dure, realizzata senza uno schema preciso, nata da un aggregato di creatività. Il pezzo più strano? Una collana creata per Moschino di alcuni anni fa, composta da una catena color oro con degli inserti di arachidi dorate, ma anche un girocollo, prodotto sempre per Moschino, con zucche di Holloween. Una tendenza? Il color oro con perle di grandi dimensioni in stile anni '80. E, per finire, il tubino nero dei bijoux: un filo di perle con una chiusura fantasia oppure una bella collana in pietre turchesi e corallo.