Settimana della Moda: the end

I botti finali della settimana della moda donna

Anche per quest’anno ho dato la mia parte! Gli ultimi colpi di questi 8 giorni di moda sono stati sparati con le sfilate dell’Ottagono e di Brera Moda.
Il fashion system italiano chiude ogni tipo di manifestazione per dedicarsi a Milano Vende Moda, la vendita delle collezioni prodotte, e fare un sunto di ciò che verrà comprato dai buyers italiani e stranieri.
Dalla settimana della moda si è potuto constatare che il mady in Italy sta vivendo un momento di fiacchezza creativa, molte collezioni erano un rimpasto di idee senza concetti, un copiare mal riuscito ed un aborrante uso dei dettagli al limite del trash.

Spontanea nasce la domanda: ma come sarà la moda della prossima estate?
Gli stilisti hanno puntato all’eleganza usando cascate di chiffon dalle molteplici stampe (tribali, fiori, piante, animali, pennellate di colore, figure geometriche, molluschi, paesaggi); altri hanno preso il cotone e il lino lavorandoli a giorno, tingendoli in colori naturali, lasciandoli liberi da pieghe oppure plissettandoli.
Il denim continua a fare la parte del leone; è stato arricchito di ricami, strappi, paillettes, swarosky, a volte reso rude da stroppiacciature e tagli oppure ingentilito da inserti preziosi.

Se parliamo di estate 2006 che estate sia! Per cui le gonne saranno leggere e gonfie, i pantaloni raramente arriveranno alle caviglie, le camice saranno sempre più trasparenti e le giacche sciancrate o dai tagli asimmetrici.
Gli accessori, che sono il punto forte del made in Italy, daranno una mano a chi è basso, infatti, montagne di zeppe, dalle forge e dai colori più vari, invaderanno il mercato; la paglia coprirà la nostra testa e una profusione di orecchini, bracciali, collane, anelli e cavigliere ci renderanno più chic. Per le borse l’unica novità è il ritorno della borsa a secchiello.
La moda finisce qui! Con i suoi pro e i suoi contro, tra discussioni e prospettive future, tra sogno e realtà, ma tutti, proprio tutti hanno lo stesso obbiettivo: riportare la moda italiana all’apice del successo.
Aspettiamo le sfilate di Moda Maschile e incrociamo le dita!