Scampoli di Moda

Tendenze, novità e femminilità per il prossimo inverno

Il prossimo inverno si prospetta al quanto iperfemminile. Abbandonate le velleità androgine, la donna si riscopre sempre più donna che ama vestirsi con capi ultrafemminili e preziosi.
Le icone ispiratrici sono le grandi attrici del passato come Rita Hayworth, Josephine Baker, Greta Garbo, Marlene Dietrich e tante altre, che con la loro bellezza, sensualità ed eleganza hanno fatto innamorare migliaia di uomini.
Il prossimo anno cult saranno la cascate di pellicce, lane pregiate, le calze alla francese, le zeppe tempestate di brillantini e colori scuri, tra cui il viola.

Dando un ulteriore sguardo al calendario possiamo dire che:
Mila Schon riprende i concetti di eleganza, femminilità e l'estetica della couture, divertendosi a mischiare gli opposti. Roberto Musso crea un guardaroba attingendo al mood anni '50.
kristina Ti rivisita il guardaroba della contessa Di Castiglione e propone il Boudoir come fonte da cui estrarre una nuova femminilità.
J. Packam approda a Milano con una collezione di abiti da sera affascinanti e romantici. Lorenzo Riva, ispiratosi a Geroge Sand, presenta una collezione metà dedicata allo smoking versione femminile e l'altra metà agli abiti da sera.
Luciano Soprani punta alla sartorialità e alla vestibilità impostando come linee guida una donna morbida, compatta e solida come la sua testimonial l'attrice Emanuela Arcuri. Debora Sinibaldi, trova ispirazione dalle atmosfere 700esche, recuperate dai quadri di Watteau e Fragonard, e da quelle kubrikiane, Odissea nello spazio 2001.
Valentin Yudashkin, sposa le silhouette anni '90 e l'arte nordica (bassorilievi delle cattedrali russe, disegni ornamentali bizantini, l'araldica russa e l'architettura del Barocco nordico). Iceberg realizza una collezione che fonde con armonia gli opposti raccolti durante i viaggi per il mondo.
Byblos si dedica allo sport-couture privilegiando la delicatezza degli opposti.