Milano persa fra cipria e pochette

In occasione della X edizione del Vintage Workshop, Milano riscopre il gusto della moda retrò

Milano coglie l'occasione per riscoprire il gusto della moda vintage, grazie alla nuova edizione del Vintage Workshop, cogliendo nelle boutique di abiti antichi, preziosi elementi del passato.

X EDIZIONE DI VINTAGE WORKSHOP - Un piccolo evento cittadino, per regalare agli abiti un'anima: Il Vintage Workshop, arrivato alla sua X edizione, lancia una sfida alla moda dei nostri giorni: guardare indietro e prendere ispirazione dalla bellezza di uno stile indimenticabile. Il Workshop curato dall'associazione culturale no-profit Ricercatori Moda d’Epoca, fa tappa a Milano con 5 corner di espositori. Dal milanese Vintage Via Malaga, che riporta alla fine dell'800, al fancy corner di One of a Kind, alla collezione di preziose Barbie d'epoca in vintage style di Dany Zone, a Cassandra Cross che prende l'eroina della Mattel come protagonista delle sue estrose borse, per concludere con le rarità di bijoux e scarpe da Cenerentola di Angela Eupani.

LA SCOMMESSA SECOND LIFE - Alla moda di oggi, Vintage Workshop tenta di legarsi, attraverso una conferenza condotta da Fabrizio Pivari consulente di internet marketing, dal titolo Second Life & Fashion, dove si ipotizza, attraverso il mondo virtuale di avatar e isole, di avvicinare la moda di oggi ed accostarla a quella di ieri, quasi come un gioco.  Avvicinare realtà futuribili ampliando la comunicazione fra il vintage e l'attuale fashion system. Proposito questo che risulta ad oggi debole, non essendo la moda ancora pronta a fare a meno del contatto reale con gli abiti. Che nel futuro le elitarie maison di moda, possano lasciarsi sedurre dall'interattività anche nel momento creativo? Nel dubbio è doveroso scovare preziose pochette anni '40 e cappelli degli anni '60, stivali da muse di Warhol e orecchini di perle nere.

TOUR MILANESE DELLA BELLEZZA PERDUTA - Pronti a scovare antiche botteghe del vintage più bello e d'epoca presente a Milano, ben diverso dal semplice second hand.
Prima tappa il Vintage Store Multispirit, in piazza Cantore 3 02 8573814, una vetrina dei migliori corner di vintage italiano, espone preziosi abiti etnici, prolungandosi in collezioni di trench Burberry ed Aquascutum, preziosi foulard di Pucci, Yves Saint Laurent, Dior; al piano inferiore ANGELO propone un vintage reinterpretato e meno costoso, con polo, decoltè e splendidi stivali. Per gli accessori ricca è la collezione di Miss Ghinting, in via Borsieri 16 02 6687112: qui grazie alla personalità delle due proprietarie, si trovano chicche di spille, bracciali anni '50, impalpabili sottovesti anni '40 e cappelli di panno dalle tese enormi. Restando in Isola, Le Vintage, in via Garigliano 4, 02 69311885, offre un'invitante vetrina di scarpe ricercate e kimoni d'epoca, abiti teatrali, luci calde e specchi per un'aria retrò.

VINTAGE E PASSERELLA - Per imparare l'arte del vintage, alziamo di più il budget, ed ecco i due negozi, in via de Amicis e Ticinese 02 89409452, di Cavalli&Nastri che per primo ha portato il vintage sulle passerelle, esponendo quello che è stato conservato e scovato nelle collezioni più preziose, private o di vecchi negozi. Qui l'abbigliamento diventa antiquariato, le stoffe e i tagli sono legati a cartamodelli ormai scomparsi. Una recente apertura a completare la mappa del vintage prezioso, Elisabeth the First sull'Alzaia Naviglio Grande 44 02 89677927, gioielli e antichi costumi locali che richiamano le principesse da Mille e Una Notte. Per i cultori, appuntamento, dal 30 settembre al 3 ottobre, al circolo culturale I Navigli in via de Amicis, una mostra mercato dei capi d'epoca. Un mondo, il vintage, a cui rendere merito per gli innegabili esempi di stile e femminilità che ci ha lasciato.