Milano Moda Donna: è già polemica

Solo 4 giorni per i big della Fashion Week. Boselli: "Rivediamo tutto il sistema"

La Settimana della Moda Donna Autunno Inverno 2010/2011 è alle porte e le polemiche relative al calendario non mancano nemmeno quest'anno. Molto è già stato detto del potere di Anna Wintour, regina incontrastata del fashion journalism, capace di assoggettare il sistema al proprio volere. La settimana della moda avrà luogo come previsto dal 24 febbraio al 1 marzo, ma di fatto sarà quasi ridotta ai 3 giorni caldamenti richiesti dalla Wintour per ciò che riguarda i big, in modo che Lady Moda non stia in ballo troppi giorni. Saranno concentrati tra venerdì e domenica Armani, Varsace, Alberta Ferretti, Moschino, Gucci, Bottega Veneta, Jil Sander, solo per citarne alcuni molto noti.

Unanime è il parere dei giornalisti che ritengono il sistema della moda milanese troppo debole per imporre, così come avviene a Parigi, dei propri diktat. Timido è stato definito il tentativo di Giorgio Armani di contrastare questa tendenza attraverso alcune dichiarazioni rilasciate a Repubblica e anche la posizione di Diego Della Valle, seppur più decisa nella forma, non ha prodotto nulla di significativo nella sostanza.

Unica risposta concreta pare quella del Presidente della Camera della Moda, Mario Boselli, che promette di portare in Consiglio, dal prossimo anno, i big della moda per permettere loro di stilare un calendario più consono alle proprie esigenze facendo sì che la stampa possa fermarsi per l'intera settimana, senza snobbare i cosiddetti stilisti minori.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati