Malloni

La pelle dell'anima

La collezione di Malloni punta a rappresentare la pelle dell'anima. Concettuale e profonda è la trasposizione dell'anima in abito. L'introspezione nasce dal concetto che il corpo ha un'anima, ma che anche l'anima ha un corpo. Per cui se il corpo si veste, anche l'anima ha il suo vestito, ma entrambi sono strutturati diversamente, perche uno è materia e l'altro è essenza.

Al ritmo delle percursioni e della voce narrante, l'anima esprime se stessa nelle espressioni, emozioni, distorsioni e contorsioni di una performance tetra. Lontani echi frankiani sono visibili nel colore bianco degli attori e nel rosso delle loro mani, quasi come se avessero strappato da se stessi la propria natura.

La natura umana è fragile, per questo Malloni costruisce abiti intimi ma forti, dai tagli obliqui, dalle abbottonature di sbieco, dai tessuti avvolgenti e dai colori scuri. Il nero come il fondo di se stessi e il bianco come l'anima liberata dal corpo.