M2b Showroom: questione di stile

Un melting pot di proposte. Moda, design e arte per un acquisto conviviale

M2b Showroom è un salotto creativo in un grazioso cortile di ringhiera, sul Naviglio Grande. Creato da Meet2biz, un progetto nato nel 2006 per promuovere artisti emergenti attraverso eventi, iniziative e collaborazioni, lo spazio espone e vende i prodotti di marchi e realtà indipendenti, all'insegna della contaminazione tra moda, design e arte.

SLOW SHOPPING –
All'interno degli ambienti dello showroom regna un'atmosfera rilassata, che deriva dal concetto, elaborato da M2b di slow shopping, ovvero l'usanza di un acquisto conviviale e perdi-tempo, che rappresenta un break dalla frenesia degli eventi milanesi per riscoprire l'unicità del proprio stile. Nel melting pot di proposte si può scegliere il marchio giusto per ogni occasione ed ogni appuntamento.

STYLE AGENDA – Tra i vari brand proposti spiccano i pregiati
tessuti di alta moda Made in Italy di Backroom, dai tagli lineari e forme morbide che valorizzano la naturale figura femminile. Per sottolineare la spontanea femminilità della donna Di-Eight si avvale delle nuove tendenze europee come lo stile street che incontra la tradizione sartoriale. L'ironia, la leggerezza e il Martini sono il carburante per affrontare il mondo e la moda per I drink at work, che con i suoi capi evade dagli schemi imposti, e propone una frivolezza totale per rendere colorato un pomeriggio in ufficio.

FASHION DESIGN – Qualità,
ricerca e originalità sono le cifre che accomunano tutti i marchi selezionati da M2b. La moda sconfina nel design, nell'arte e nella musica, senza dimenticare la funzionalità e il comfort dei materiali come nel caso di Cadò. Dorina Camusso crea i suoi cappelli con un pizzico di ironia, pensandoli originali e comodi, sia da portare in testa che in tasca. Dalle linee geometriche dei cappelli si passa alle sperimentazioni basate sulla ricerca di forme dai segni semplici e minimali di Rosario Pascuzzi. Le sue lampade Lightbites si ispirano agli anni '30 e '40 e alla tradizione giapponese. I pezzi sono costruiti artigianalmente con lamina di legno, vari tipi di carte di riso, filo di ferro e reti metalliche.